C.S.A. DORDONI

L' amata/odiata città ... i fatti, i personaggi e i luoghi che la rendono un esperimento sociale ...
|_VnZ_|

PRONTI PER UN BEL FESTIVAL NATALIZIO???!?!?!?!

Dalle 16 ad oltranza sangue e violenza musicale sul palco del CSA DORDONI con intermezzo alle 19 per presentazione del libro e DVD "American Hard-Core" di Steven Blush e Paul Rachman.


7 gruppi divisi in: 3 al pomeriggio e 4 alla sera si smazzeranno gli auguri a tuttti i presenti!

Headliner della serata saranno gli:
IMPACT
RAW POWER
Avatar utente
Allo
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1352
Iscritto il: 01/04/2005, 16:15
Località: Cremona
Contatta:

a>-<b
http://www.lavaligetta.it
"Anche oggi ho fatto un’esperienza che spero di poter capire nel giro di pochi giorni”
|_VnZ_|

COSTANZA
La stampa internazionale definisce Costanza come la nuova musa
ispiratrice di Tricky
paragonandola alle grandi voci del nuovo panorama musicale quali Bjork
e Pj Harvey…
Tricky, il guru del triphop nonchè tra i membri fondatori dei Massive
Attack definisce Costanza come la sua versione al femminile…
Costanza Francavilla, dopo l’esperienza come voce solista e chitarrista
nella band Etnia nel 1995, si trasferisce a Londra mettendo le basi
per il suo solo project.
Nel 2002 parte per Los Angeles cominciano collaborazioni con Tricky,
prima come voce femminile in tutte le tracce dell’album Vulnerable di
Tricky e successivamente live per l’intera tourne europea dell’album
“13”…
Zerokilled è il primo coraggioso solo album di Costanza acclamato dalla
critica e dal pubblico come uno dei più interessanti album trip hop
del “dopo bristol”…
La traccia “Burqua” e "I've been waiting for you" sono
state usate nella famosissima serie televisiva CSI diffusa sulle reti
televisive in tutti i continenti.
Attualmente Costanza vive a Brooklyn – New York occupandosi di
produzioni musicali e multimedia art…


MARCO MESSINA
fondatore ed autore delle basi elettroniche dei 99 Posse nonché
assoluto protagonista del rinnovamento della scena musicale napoletana
con la creazione dell’etichetta mousike lab ed il trio “Resina” (con
Retina), e con i tantissimi progetti paralleli come Nous con MEG e
Pentole e computer con Mandara.
Ha collaborato con Speaker Cenzou, Pino Daniele, Antonio Infantino,
Solis String Quartet, Subsonica, Papa J, Vladimir Luxuria, Retina.it,
Bruno B, Maurizio Capone, Mandara, Linton Kwesi Jhonson, Dennis
Bovell, Bala Perdida, Claudio Sinatti, 24 Grana, Meg, Peppe
Voltarelli, Roy Paci, General Levy, Frame, Andrea Gabriele, Peppe
Servillo.
Ultimamente impegnato in esperimenti di commistione audio visiva, in
bilico tra visual art e cinema in diretta. Con il suo Folder studio è
parte integrante di Libre Impression, consorzio di produzione
cinematografica, attraverso il quale realizza e produce sonorizzazioni
e colonne sonore per cinema, tra cui "Tree'r us" primo
film Vasta è la sua attività live con i progetti: Kyò, Pentole e
Computer, Dyonisus, F.lli Lumiere, Poe-si, e continue collaborazione
live con artisti delle più disparate strazioni musicali quali Pasquale
Innarella, Mirko Signorile, ecc…
Avatar utente
cagliostro
Pratico
Pratico
Messaggi: 101
Iscritto il: 01/02/2006, 11:35
Località: CREMONA

oh mamma che spettacolo :o!!!!! ci sarò!!!!
L'ESSENZIALE è INVISIBILE AGLI OCCHI
Avatar utente
Rak
Novizio
Novizio
Messaggi: 19
Iscritto il: 16/06/2006, 0:10
Contatta:

CONTINUANO GLI INCONTRI LETTERARI AL CSA DORDONI:

-SABATO 12 GENNAIO 2008 - ORE 21
CSA DORDONI - via mantova 7 - cremona

" IN VERSO VERITAS "
Reading di poesia contemporanea

Leggeranno alcuni brani delle loro composizioni i poeti del " GRUPPO AMIGDALA ":
- Walter Borghisani
- Nicola Galli
- Giovanni Locatelli
- Alberto Manzoli
- Tommaso Melilli
- Lorena Montini
- Beppe Parmigiani
- Mario Robusti
- Giovanni Uggeri

Giuseppe Rizzo Schettino presenterà la sua prima raccolta:
" HOTEL ESISTENZA " edita da ilFILO

I poeti verranno accompagnati da sottofondi musicali curati da DJ Tyler Durden.




VENERDì 18 GENNAIO:

Dalle ore 19.30, aperitivo e cena popolare (5 euro), solo su prenotazione. Scrivere a cena@csadordoni.org, oppure telefonare al numero 334.3270422.

ore 21:00, incontro con RENATO CURCIO

L’autore presenterà il suo ultimo libro: I DANNATI DEL LAVORO - VITA E LAVORO DEI MIGRANTI TRA SOSPENSIONE DEL DIRITTO E RAZZISMO CULTURALE (Sensibili alle foglie, 2007).

Questo lavoro nasce da una ricerca svolta con persone immigrate in Italia e presenta alcune storie di lavoratrici e lavoratori migranti, i quali, loro malgrado, si trovano a fare parte di quelle moltitudini di esclusi che Frantz Fanon a suo tempo definì “i dannati della terra” e che in quest’epoca sono i nuovi “dannati del lavoro”. Persone che, dopo aver percorso le impervie vie dell’immigrazione “regolare” o quelle tempestose di chi si affida alle barche, sono giunte fino a noi. E che incontriamo ogni giorno, per strada, al lavoro, a scuola, al bar. Uomini e donne le cui storie ci interrogano sul nostro modo di accogliere o rifiutare questa grande opportunità che l’immigrazione offre alla società in cui viviamo, dove “nessuno è più straniero oppure  siamo tutti stranieri”
Questo lavoro mette in luce le discriminazioni che i migranti subiscono nel mondo del lavoro, i dispositivi del razzismo culturale e quelli delle leggi che regolano il “circuito di Schengen”. Esplorando il dolore espresso o inespresso di chi lascia il suo Paese per sfuggire a guerre e fame o per inseguire il sogno di una nuova e più evoluta umanità, questo libro mette in dubbio le “certezze” che ci vengono quotidianamente propinate sulla nostra “identità europea” e le pigre complicità intellettuali con cui le accogliamo, rischiando di diventare, senza neppure accorgercene, pericolosamente stranieri a noi stessi.

Renato Curcio è ricercatore per la cooperativa Sensibili alle foglie. Su temi complementari al cantiere socianalitico da cui nasce questo libro ha pubblicato, in queste edizioni: nel 2002 L’azienda totale, nel 2003 Il dominio flessibile, nel 2005 Il consumatore lavorato, nel 2006 La trappola etica.
Mi aspetto sempre di tutto...
ma intanto non sono mai pronto a niente...
|_VnZ_|

Lunga vita al CSA Dordoni!

Il 20 Aprile è la data (xxx). Quel giorno di 12 anni fa si stipulava il primo contratto di locazione con il comune di Cremona.
Contratto della durata di 6+6 anni. Chi avrebbe pensato che l'autonomia cremonese potesse campare 12 anni? Probabilmente nessuno!
La politica allontana i giovani, i giovani pensano solo a smarmittare ed andare IN centro al sabato sera. Cosa è successo allora?
Come mai una fucina di dannati comunisti sbandati è riuscita a crescere di numero e promuove iniziative (lasciatemelo dire) di spessore nazionale?
Boh?!
Sta di fatto che qualcuno deve averlo notato e probabilmente leggendo la Repubblica di ieri si è accorto che Cremona ha bisogno di stimoli ( ;D)
Nel bene o nel male il Dordoni è stimolo!

per farla breve:

CONTRATTO RINNOVATO PER ALTRI 12 ANNI!

O0
Ultima modifica di |_VnZ_| il 08/01/2008, 14:18, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
stella
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1282
Iscritto il: 13/02/2003, 14:54
Località: cremona

..e avevamo la mannaia sulla testa senza saperlo??
per fortuna lo hanno rinnovato!
sarei emigrata.
pinko bag m.rd@
Avatar utente
mostrillo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1054
Iscritto il: 18/04/2007, 17:26

bello! bravi!
vivi col cuore in mano, cerca il tuo equilibrio, cerca l'interferenza minore
Avatar utente
JJSante
Associazione
Associazione
Messaggi: 544
Iscritto il: 19/04/2002, 13:28
Località: Cremona
Contatta:

Vnz se penso a te tra dodici anni mi vengono i brividi...
Avatar utente
reeebs
Esperto
Esperto
Messaggi: 380
Iscritto il: 06/08/2006, 11:29
Località: Cremona
Contatta:

bella!
Non ti fidar di me
Avatar utente
currysauce
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1707
Iscritto il: 20/06/2006, 14:52
Località: Cremuna

ya noo ancora dodici anni con questi comunisti in mezzo alle palle.

Emigro a dresda.
Avatar utente
baol
Associazione
Associazione
Messaggi: 2300
Iscritto il: 14/07/2005, 19:44
Località: cremona
Contatta:

currysauce ha scritto: Emigro a dresda destra.
...it's only your mind, you know...

L'uomo capisce tutto.
Tranne le cose perfettamente semplici.

errare è umano, correggere lecito, cliccare invia prima d’aver ricontrollato è ma porca tr°i@ che figura di m.rd@.
Avatar utente
currysauce
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1707
Iscritto il: 20/06/2006, 14:52
Località: Cremuna

no non proprio a dresda, est germania.
|_VnZ_|

JJSante ha scritto: Vnz se penso a te tra dodici anni mi vengono i brividi...
beh...39 anni nn sono poi cosi' tanti!
Sei un Kane Morto già ora! meglio che pensi al TUO disfacimento fisico!
Avatar utente
jack malandra
Pratico
Pratico
Messaggi: 218
Iscritto il: 13/02/2006, 10:53

mhuahahahaahahahhahaahhahahahahahahahah!!
un brindisi agli amici che gufano e invidiano.
tutti americani quando serve, incerti fra la camicia nera e quella verde, merde! sale che è un indecenza, a male! altro che alleanza, è un'arroganza nazionale.
Prezza

bella rega!
son contento...
currysauce ha scritto: Emigro a dresda.

se ti va io ci vado per pasqua...
Avatar utente
stella
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1282
Iscritto il: 13/02/2003, 14:54
Località: cremona

reeebs ha scritto: diciamo che saresti emigrata, e non che avresti emigrato
invece si dice anche così- :P
pinko bag m.rd@
|_VnZ_|

VENERDI' 18 GENNAIO

   

Dalle ore 19.30, aperitivo e cena popolare (5 euro), solo su prenotazione. Scrivere a cena@csadordoni.org, oppure telefonare al numero 334.3270422.

ore 21:00, incontro con RENATO CURCIO

L’autore presenterà il suo ultimo libro:
I DANNATI DEL LAVORO
VITA E LAVORO DEI MIGRANTI TRA SOSPENSIONE DEL DIRITTO E RAZZISMO CULTURALE (Sensibili alle foglie, 2007).

Questo lavoro nasce da una ricerca svolta con persone immigrate in Italia e presenta alcune storie di lavoratrici e lavoratori migranti, i quali, loro malgrado, si trovano a fare parte di quelle moltitudini di esclusi che Frantz Fanon a suo tempo definì “i dannati della terra” e che in quest’epoca sono i nuovi “dannati del lavoro”. Persone che, dopo aver percorso le impervie vie dell’immigrazione “regolare” o quelle tempestose di chi si affida alle barche, sono giunte fino a noi. E che incontriamo ogni giorno, per strada, al lavoro, a scuola, al bar. Uomini e donne le cui storie ci interrogano sul nostro modo di accogliere o rifiutare questa grande opportunità che l’immigrazione offre alla società in cui viviamo, dove “nessuno è più straniero oppure siamo tutti stranieri” Questo lavoro mette in luce le discriminazioni che i migranti subiscono nel mondo del lavoro, i dispositivi del razzismo culturale e quelli delle leggi che regolano il “circuito di Schengen”. Esplorando il dolore espresso o inespresso di chi lascia il suo Paese per sfuggire a guerre e fame o per inseguire il sogno di una nuova e più evoluta umanità, questo libro mette in dubbio le “certezze” che ci vengono quotidianamente propinate sulla nostra “identità europea” e le pigre complicità intellettuali con cui le accogliamo, rischiando di diventare, senza neppure accorgercene, pericolosamente stranieri a noi stessi.

Renato Curcio è ricercatore per la cooperativa Sensibili alle foglie. Su temi complementari al cantiere socianalitico da cui nasce questo libro ha pubblicato, in queste edizioni: nel 2002 L’azienda totale, nel 2003 Il dominio flessibile, nel 2005 Il consumatore lavorato, nel 2006 La trappola etica.

http://www.sensibiliallefoglie. it
Rispondi