Cremona in bicicletta

L' amata/odiata città ... i fatti, i personaggi e i luoghi che la rendono un esperimento sociale ...
Avatar utente
currysauce
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1706
Iscritto il: 20/06/2006, 14:52
Località: Cremuna

14/11/2007, 17:38

c@xxo io a cremona in bicicletta buco sempre!
Avatar utente
marlenina
Supremo
Supremo
Messaggi: 904
Iscritto il: 26/10/2005, 14:57
Località: Cremona

14/11/2007, 21:47

E dire che Cremona è una città perfettamente a misura di bicicletta...
bracco ha scritto: Quella di viale Po (se non ti uccidono prima alla rotonda) dopo le 9 di sera è un parcheggio, come quella che va alla Lucciola (ti prendono a sportellate scendendo per il gelato); quella di via Postumia è da delitto autorizzato (ma si può fare una pista ciclabile a senso unico in andata senza mettere quella in ritorno?).
Sulla pista di viale Po non sarei così tragica, la faccio migliaia di volte, anche di sera, mai avuto problemi di quel genere... via Postumia concordo, se sei nella direzione verso San Felice non hai la pista ciclabile e devi fare un bel po' di attenzione. poi io l'ho fatta anche di sera e più che alle macchine devi stare attento ai topazzi, me ne son visti spuntare davvero di enormi -tra l'altro nel buio più pesto, luci neanche a parlarne prima di un certo tratto-.
Comunque non credo che Cremona abbia granché bisogno di investire fondi in piste ciclabili, non siamo una grande città in preda al traffico più impenetrabile...
GuyFawkes ha scritto: a questo punto io dichiaro:
1) basta vecchi in bicicletta ed in macchina se non tutto il giorno, almeno nelle ora di punta, sopratutto nei giorni di mercato: sono pericolosissimi e mi sono rotto il c@xxo di doer partire di casa 3/4 d'ora prima per paura di farmi imbottigliare da uno di questi babbei al volante prima di andare al lavoro.

VECCHIANCULO DAY! is your day.
;D quoto... i vecchi in macchina più di tanto non me ne posso rendere conto, ma in bici per lo più sono terribili, e non riesci neanche a fare slalom...
...integrare la sconfinata equazione dell'universo per mezzo dell'Integrale elettrico di vetro, dal respiro di fuoco
Avatar utente
bracco
Novizio
Novizio
Messaggi: 28
Iscritto il: 31/05/2006, 17:15

16/11/2007, 10:53

marlenina ha scritto: Sulla pista di viale Po non sarei così tragica, la faccio migliaia di volte, anche di sera, mai avuto problemi di quel genere... Comunque non credo che Cremona abbia granché bisogno di investire fondi in piste ciclabili, non siamo una grande città in preda al traffico più impenetrabile...
Beh, qualche problema secondo me c'è, non sarà come a Milano però ieri è stato stirato un tipo in bici sulla strada per le colonie padane, se ci stai attenta ogni settimana ce n'è 3 o 4, talora qualcuno ci rimane pure, è vero che molti ciclisti (anziani soprattutto) viaggiano in bici come se fossero da soli nel Sahara, però che ci sia poca attenzione per chi va in bici (ed in moto o vespa) per me è vero.
In ordine di apparizione a me, che in viale Po ci abito, è accaduto:
in una traversa (senza pista ciclabile) un tizio in mercedes si è divertito a bloccare e partire da uno stop per divertirsi a vedere che facevo (mi è successo anche in vespa)
tutti i santi giorni devo inchiodare  o fare uno scatto alla Indurain alla rotonda della fontana (perchè chi parte dallo stop in bici, sempre in assenza di ciclabile, deve evitare quelli che svoltano a tutta velocità in via Massarotti o in Via del Vasto, non parliamo neanche della rotonda prima del ponte)
Dopo le 9, confermo che la gente parcheggia la macchina ed i camioncini direttamente sulla pista davanti alla panetteria all'inizio del viale(saranno quelli di AN che fanno le riunioni lì vicino?) il che vuol dire o andare sulla zona per i pedoni o uscire sulla strada carrabile subito dopo la rotonda, la pista ciclabile per andare alla Lucciola è perennemente occupata all'inizio da tizi con sosta mordi e fuggi per andare a farsi il bianco al baracchino. normalmente l'apertura improvvisa della portiera è la regola.

Dire che a Cremona i soldi per le piste non servono che tanto andiamo bene così non è la mia idea di pianificazione urbana: tutte le città un po' moderne tolgono i parcheggi a raso su strada per fare le piste ciclabili, da noi è il contrario (non è che c'entra l'euro x ora che incassa comune e Aem dai parcheggi a pagamento?)
Le piste non servono solo per le città dal traffico impenetrabile, servono per quelli che vogliono andare in bici, per me è una questione di rispetto dei diritti di tutti.
Tra parentesi le piste ciclabili costano pochissimo, da noi si fanno pitturando una striscia gialla per terra. Caso strano una pista ciclabile a doppia corsia è larga 2,5m, esattamente come uno stallo per il parcheggio a raso delle automobili (a pagamento, forse se si facessero le piste ciclabili a pedaggio ne vedremmo di +...).
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7036
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

17/11/2007, 18:47

come lo vedreste a cremona un servizio di bike sharing come quello di parma?
http://www.parmapuntobici.pr.it/
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
ilpoldo
Maestro
Maestro
Messaggi: 718
Iscritto il: 24/10/2005, 0:00
Località: UK
Contatta:

17/11/2007, 20:01

Q ha scritto: come lo vedreste a cremona un servizio di bike sharing come quello di parma?
http://www.parmapuntobici.pr.it/
conferma la mia percezione che a parma non son mica normali. specie se leggi il link (pdf) alla pagina della gazzetta di parma che c'e' sul sito.
excitable boy
il belloso
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1206
Iscritto il: 13/02/2006, 16:51
Località: Milano / Cremona
Contatta:

17/11/2007, 20:34

Quella di parma mi sembra un'ottima idea, per parma.

cremona non è una città universitaria, e non è estesa come parma, è quindi molto diversa da parma;
con ciò non voglio dire che l'iniziativa parmense non potrebbe essere applicata a cremona, ma dovrebbe essere pensata in modo radicalmente diverso.

A cremona bisognerebbe iniziare a garantire i percorsi ciclabili, a garantire un buon servizio di trasporto pubblico, di collegamento tra la prima periferia e la zona centrale, ampliare la ZTL (e farla ztl veramente, non dove passa un po' chiunque) fare uscire le macchine dal centro, ..
solo allora avrebbe senso un servizio di bike sharing, con punti appoggio alle vecchie porte di cremona.

tutto questo l'avrebbero potuto fare con i soldi che hanno messo nel parcheggio di p.za marconi, che invece non fa altro che portare migliaia di auto in centro, anzi in centro storico, proprio dietro il duomo.

e secondo me sarebbero ancora in tempo a fermarsi, dovrebbero fare il bilancio tra penali e e spese vive, ma sono ancora in tempo per evitare il massacro del centro storico; (nel senso che se si è sbagliato fin'ora non è detto che si debba continuare nell'errore mettendoci quindi sempre + soldi - nostri);
un sistema di bike sharing con i parcheggi in centro storico sarebbe un controsenso

(sempre e solo secondo me ;))
Ultima modifica di Anonymous il 17/11/2007, 20:36, modificato 1 volta in totale.
"I fatti?" proferì nuovamente. "Signor Franklin, prenda ancora un sorso di groge si riprenderà dalla debolezza di credere ai fatti! Gioco sleale, signore!"
(Wilkie Collins, La pietra di luna)

Pre-sabbatical time post:
il belloso ha scritto:
26/04/2013, 10:59
jami ha scritto: spegni il computer e riaccendilo
amo jami
20130909-20180919 sabbatical time
signo
Maestro
Maestro
Messaggi: 521
Iscritto il: 14/02/2005, 18:32

04/06/2008, 20:46

http://massacriticacremona.blogspot.com/

la mia tex willer è in primo piano sotto lo striscione!
bei momenti, occupare le rotonde con le bici..
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5174
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

18/09/2008, 16:41

turk-182 ha scritto:multa per chi attraversa in bicicletta giardini e parchi pubblici di Cremona.
Ieri ho finalmente ricevuto il mio primo richiamo ufficiale. Fortunatamente l'offiziale urbano non mi è corso incontro per darmi una multa, ma - con maggiore buon senso - si è limitato a dirmi «A PIEDI», mimando l'atto del camminare con l'indice e il medio della manina.
Zelante, ho chiesto scusa (perché devo essere così educato?), sono sceso e mi sono diretto al Chocolat con la bicicletta a mano.
Adesso che sono stato richiamato all'ordine, posso riferirvi la mia sensazione: scendere dalla bicicletta in mezzo ad un'affollata Piazza Roma (no, non la chiamerò mai con quell'altro nome), per proseguire a piedi con la bicicletta a mano, fa sentire un po' stupidi.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
gasta
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 5236
Iscritto il: 17/03/2005, 20:51
Località: Cremona
Contatta:

18/09/2008, 17:27

McA ha scritto: un'affollata Piazza Roma (no, non la chiamerò mai con quell'altro nome)
Quale nome?
Piazza ROMANIA?
Avatar utente
stella
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1282
Iscritto il: 13/02/2003, 14:54
Località: cremona

19/09/2008, 10:14

McA ha scritto: Ieri ho finalmente ricevuto il mio primo richiamo ufficiale.
Che cagata!
E come faccio io ad andare allo chocolat

Inoltre

Casa nostra in bici è completamente bloccata per andare in piazza duomo.
Se giro a destra sono controsenso e rischio la morte.
Se giro a sinistra rischio di spiaccicarmi  fra il plateatico delle dolomiti e il muro, e ricevere insulti da pedoni.
L'altro giorno c'era un vigiledavanti a me in quel punto malefico, io sono rimasta salda sulla mia bici nonostante fossi sul marciapiedi ma non ha fiatato.
Praticamente, per andare in piazza io dovrei girare a sinistra, passare davanti alle ancelle, infilarmi nella prima via che trovo e fare il giro dell'oca.Quando sono a 100mt !!!Fanculo!

Se togliessero quel plateatico( che occupa tutta la strada) il comune rinuncerebbe ad un bel gruzzoletto!!
pinko bag m.rd@
Avatar utente
unanota
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1693
Iscritto il: 19/10/2005, 21:55
Località: milano/cremona
Contatta:

19/09/2008, 10:26

Mi ero perso o forse non ricordavo più tutta questa meravigliosa storia della multa per i ciclisti nei giardini pubblici a CR.
"Valutare bene le distanze?" "Investire i passeggiatori lenti?"
(e/o bambini che improvvisamente schizzano dove meno te l'aspetti)

Cat.
Tra le scuole medie e i primi anni delle superiori ricordo che uno dei divertimenti massimi di quando si girava in bici era proprio passare a tutta velocità, possibilmente in orario di massimo affollamento, in Via Solferino. E rischiare la vita (principalmente degli altri).
:P
...delle chitarre che non fanno più cheke-cheke ma fuzz-fuzz.

MIODI.BLOGSPOT.COM /// ROCKIT.IT/MIODI
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7036
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

29/10/2008, 5:28

“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Ranca

05/01/2009, 13:13

turk-182 ha scritto:
Ma fi§@! Che fastidio!
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7036
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

05/01/2009, 18:03

ovvero i filmati di un'intervista virtuale alla portavoce virtuale del comitato virtuale NO ZTL, intervista condotta in uno studio virtuale da due personaggi virtuali con voce sintetizzata, sull'allargamento della ZTL cremonese, in particolare delle difficoltà connesse all'allargamento della stessa.

l'avevo presa sul serio fino a questo passaggio:
Grosse multinazionali avevano importanti progetti sulla città: luna park, casino, piste da sci, drive in, ma ora hanno abbandonato. Era programmata l'assunzione di 300 persone tra cui 9 hostess, 10 ballerine, 12 croupier, 5 maestri di snowboard. La ZTL sta portando miseria, terrore e morte!
;D ;D ;D

anche il primo è esilarante  ;D
Ultima modifica di Q il 05/01/2009, 18:06, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5174
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

05/01/2009, 21:58

Divertenti, i video!
Mi piace sottolineare due cose:

- la genialità del sito http://www.xtranormal.com, che permette di creare 'sti filmatini scrivendone la sceneggiatura e decidendo i vari parametri;
- l'attivismo dell'utente YouTube Largavisione, che non ha inserito solo queste due finte interviste NO ZTL, ma un paio di mesi fa ha anche inserito il video Cremona dice no Gelmini.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7036
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

21/04/2011, 10:05

riporto dal Vascello:
Consiglia il Comune di Cremona: targate la bicicletta, è un deterrente contro il furto: ecco dove si va e come fare
[fimg width=350 height=215]http://www.vascellocr.it/pics/targa-bici.jpg[/fimg]
Tante denunce alla Polizia Municipale per furti di biciclette. Una ragione di inquietudine sociale e di generale insicurezza. Il problema è stato trattato anche nel corso di un dibattito in commissione consiliare. Ed ecco che l'Assessore alla Sicurezza Zagni, insieme all'Associazione FIAB, ha ritenuto di proporre la targa per le biciclette anche a Cremona.
L'iniziative è stata presentata nel cortile del Palazzo Comunale ed il primo "targato" è il sindaco Oreste Perri, presenti i titolari dei negozi che attribuiscono le targhe. (foto A.Leoni ©)
Come si targa la bici? Con un adesivo alfanumerico inamovibile collegato a una banca dati denominata Registro Italiano Bici, cui hanno accesso le Forze dell'Ordine. Un sistema già sperimentato con successo in altri paesi europei ed in alcune città italiane.
La targa costa 9,90 euro e vale tre anni. Si acquista a Cremona presso Cicli Priori, via Milano 2 Cremona; Ciclo In Stazione, via Agli Scali; Fiab Biciclettando via Speciano 2, e piazza Stradivari 7; Aimi F. & G. piazza 4 Novembre 8; Michele Cicli via F.Filzi 26, Soldi Andrea via Brescia 15, Spaccabici via del Sale 46, Velo Moto via Porta del Tempio 6/8.
Nei negozi sarano fornite tutte le informazioni per la registrazione che si può effettuare anche presso la sede dei vigili urbani a Porta Venezia (sportello unico - 0372 407458)
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
baol
Associazione
Associazione
Messaggi: 2301
Iscritto il: 14/07/2005, 19:44
Località: cremona
Contatta:

21/04/2011, 12:04

ecco...magari sull'inquietudine sociale hanno sparato un po'...
però l'idea mi sembra buona.
detto da uno che ha due catene che potrebbero bloccare un carroarmato, per salvare la sua bici parcheggiata in stazione a brescia.

vorrei solo capire quanto ci guadagnano...

mmmm...
mentre scrivo mi rendo conto che un adesivo inamovibile dovrebbe per prima cosa essere attaccato al telaio e non a parafanghi o altre parti facilmente sostituibili (e già qui mi parte un trip sull'elemento qualificante l'oggetto "bici"..il logos della bici è il telaio?)
e soprattutto che "inamovibile" è anche "verniciabile"
e che voglio vedere se un colpo di flessibile di taglio non ti sega via la targhetta di m.rd@

no.
ok, è una cagata.

viva le catene da 8 kili l'una.
Ultima modifica di baol il 21/04/2011, 12:05, modificato 1 volta in totale.
...it's only your mind, you know...

L'uomo capisce tutto.
Tranne le cose perfettamente semplici.

errare è umano, correggere lecito, cliccare invia prima d’aver ricontrollato è ma porca tr°i@ che figura di m.rd@.
Avatar utente
gasta
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 5236
Iscritto il: 17/03/2005, 20:51
Località: Cremona
Contatta:

21/04/2011, 13:52

E' la stessa cosa che fanno a Londra.
Catene da 8kg comprese.

Ma la', da quel che ne so, non costa.
E anzi, c'e' un incetivo comunale per l'acquisto della prima bicicletta (tipo 50% off).
Rispondi