ACQUA PUBBLICA SENZA SE E SENZA SPA!

L' amata/odiata città ... i fatti, i personaggi e i luoghi che la rendono un esperimento sociale ...
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

22/12/2011, 8:51

stranamente non è stato qui dato atto della spettacolosa vittoria di venerdì scorso, quando, nonostante gli "inviti" ad astenersi rivolti dai privatizzatori ai sindaci, 60 sindaci hanno votato all'unanimità NO al piano d'ambito.
60 sindaci vuol dire più dei 58 necessari a raggiungere il numero legale, ergo non vale il principio del silenzio assenso.
60 sindaci vuol dire che non c'erano solo i sindaci di centrosinistra, ma anche sindaci di lega, pdl e liste civiche di destra.
60 no vuol dire che ancora non c'è stato nemmeno un mezzo sì alla privatizzazione.

le vicende di settimana scorsa sono state una sorta di Campagna di Russia per Napoleone/Salini che ieri ha cercato di rialzare la testa con un'intervista a La Provincia, ma che subito dopo ha subito la definitiva Waterloo, bocciatissimo all'unanimità in consiglio provinciale sull'acqua su un ordine del giorno presentato dai leghisti cremaschi.
Ultima modifica di Q il 22/12/2011, 8:52, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

13/01/2012, 8:50

Il Governo Monti intende approvare un decreto sulle strategie di liberalizzazione che vuole intervenire direttamente anche sull’acqua, sconfessando l'esito dei Referendum del 12 e 13 giugno scorsi.  Dobbiamo impedirglielo!

SOTTOSCRIVI E FAI SOTTOSCRIVERE L'APPELLO "GIU’ LE MANI DALL’ACQUA E DALLA DEMOCRAZIA!" CLICCANDO QUI
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

22/03/2012, 8:14

presidio in centro a Cremona per

giovedì 22 marzo
alle ore 18.00
in piazza Roma, a Cremona

con volantinaggio per informare la cittadinanza di quello che la sera stessa sarà presentato ai sindaci della provincia. Chi ne avrà voglia verrà poi (indicativamente dalle 20,45 in poi, visto che la Conferenza inizia alle 21,00) al quartiere Fiera per volantinare ai sindaci un appello a rifiutare il progetto di fusione o almeno ad espungerne le parti più inaccettabili.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
signo
Maestro
Maestro
Messaggi: 521
Iscritto il: 14/02/2005, 18:32

22/03/2012, 9:22

Io lavoro fino alle 19:30, farò un salto in fiera! :-)
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

01/04/2012, 16:04

oggi,
domenica 1 aprile
ore 16,00-20,00
in corso Campi, a Cremona
banchetto informativo della cittadinanza
(informeremo su: progetto fusione aziende, campagna di obbedienza civile, FAME, restituzione prestiti referendari)

e soprattutto:

mercoledì 4 aprile
ore 20,00 - 22,00
sala Zelioli-Lanzini, quartiere Fiera
presidio alla Conferenza dei Comuni
(convocata in merito alla verbalizzazione delle sedute di dicembre e per la presa d'atto del progetto di fusione delle aziende)

http://www.acquabenecomunecremona.org/
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

05/04/2012, 10:42

si è litigato talmente tanto per i verbali farlocchi di dicembre che non c'è stato tempo di discutere l'ennesimo tentativo di privatizzazione, alla prossima

cremonaoggi

la provincia
Ultima modifica di Q il 05/04/2012, 12:40, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

04/06/2012, 10:55

sabato mattina, 2 giugno, il comitato acqua bene comune di Cremona è sceso in piazza per un flash mob che, nel giorno della festa della Repubblica e a quasi un anno dai referendum vinti, ha denunciato l'imbavagliamento della volontà dei sindaci nelle ormai tristemente note votazioni di dicembre.
il flash mob ha catturato l'attenzione dei numerosi passanti in piazza stradivari, in piazza del comune, davanti alla prefettura e su corso campi

articolo e video su welfare cremona network

articolo e galleria su cremonaoggi

Immagine
Ultima modifica di Q il 04/06/2012, 10:56, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

25/06/2012, 12:16

Acqua pubblica Cremona ?.0 - presidio!

PRESIDIO lunedì 25 giugno ore 18.00
via Massarotti - auditorium Avis
(dove abbiamo già fatto altri presidi, insomma)

I soci di Padania Acque si riuniranno per l'approvazione del progetto di aggregazione delle aziende: l'approvazione del progetto imperiale darebbe vita a una società unica provinciale, che potrebbe solo privatizzare l'intero servizio.
Rischia di essere una riunione decisiva.
NOI CONTINUIAMO AD ESSERCI.
Rumorosi come sempre.

A C Q U A P U B B L I C A !!!

40° gradi in camera da letto per tutta la vita per chi non viene.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

26/06/2012, 8:12

Purtroppo il progetto di aggregazione delle aziende è stato approvato ed è stato votato da una larghissima maggioranza di sindaci-soci, dunque una trasversalità agghiacciante che ribalta quella che era stata una bellissima dimostrazione di indisponibilità alla privatizzazione sino a pochi mesi fa.

commento personale: sindaci vigliacchi e traditori!
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5208
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

05/10/2012, 21:30

Lunedì 8 ottobre, alle 18:30, tutt* davanti all'AVIS di Via Massarotti per protestare contro l'ennesimo tentativo di privatizzazione.

Ecco il comunicato del Comitato Acqua Pubblica del Territorio Cremonese.
Come tutti i precedenti, anche questo tentativo è vergognoso, calpesta il voto popolare e viene effettuato nel silenzio della quasi totalità dei mezzi di comunicazione. Resistere!
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

10/10/2012, 9:48

Allora: il 27 settembre Padania Acque ha ricomprato le quote private (tra cui quelle di Véolia) di alcune sue società a partecipazione mista (Idrodep, Castel) senza dirlo a nessuno e tuttora noi cittadini non sappiamo se e quanto sono state pagate.
Lunedì è stata votata a larghissima maggioranza la proposta di fusione delle società prima partecipate dal privato, quindi ora Padania Acque è un soggetto costituito da sole società pubbliche.
Bene.
Bene?
No, perché il nuovo soggetto unico, creato il 25 giugno, non è controllato direttamente dai comuni, ma dalle aziende esistenti che, tra l'altro, non soddisfano i requisiti di legge per partecipare ad una gara di assegnazione del servizio idrico, gara che ci dovrà essere per forza, in conseguenza all'operazione di fusione del 25 giugno.
E alla gara potrà partecipare chiunque, compresa la multinazionale francese Véolia le cui quote minime sono state appena ricomprate a chissà quale prezzo, quote che l'avrebbero messa in difficoltà alla gara.

Inoltre la "quota di remunerazione del capitale investito", nelle bollette, continua a esserci, alla faccia del referendum del giugno 2011.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
chiarezza
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1805
Iscritto il: 06/02/2008, 15:30

10/10/2012, 10:58

Grazie Q per il riassunto!
Schifosi.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

12/10/2012, 10:55

val la pena riassumere
cda ato: 5 sindaci o delegati (Denti, Bordi in rappresentaza di Perri, Rastelli, Cavenaghi, Cavalli)

ordine del giorno della riunione di ieri: approvazione del piano d'ambito presentato ai sindaci a più riprese nel 2011, lo stesso piano di privatizzazione che i sindaci avevano chiesto di ritirare il 12 dicembre e bocciato all'unanimità il 16 dicembre circondati da tutte le proteste e polemiche di cui anche qui si è dato conto

ieri 3 sindaci su 5 (Denti, Bordi, Rastelli) hanno votato l'approvazione di quel c@xxo di piano basandosi sul silenzio-assenso dei sindaci!!!
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

12/10/2012, 11:26

Interpellato da Cremonaoggi, l’assessore Bordi ha dichiarato: “La Giunta Perri ha deciso di delegarmi per un voto a favore in seguito al fatto che le richieste avanzate per un Unico Gestore sono state accolte. La strada era già tracciata. Per noi la cosa era stata chiarita. Non si è tradito il referendum, ci si è resi conto che sulla rete idrica sono necessari lavori che il pubblico non è in grado di portare avanti. L’ingresso dei privati era l’unica soluzione”.

Q: VAFFANQULO
Ultima modifica di Q il 12/10/2012, 11:26, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

12/10/2012, 14:58

tutta l'aberrazione del piano di privatizzazione Salini in un articoletto sul "giornale" di suo fratello:
http://www.inviatoquotidiano.it/fatti/c ... otti-passa
Una gara a evidenza pubblica individuerà il privato che resterà comunque in una posizione di minoranza. La nuova società otterrà la gestione del ciclo idrico su tutto il territorio provinciale.
ovvero: Véolia (multinazionale francese) finalmente si prenderà quel 49% della società idrica cremonese che gli avevo promesso a inizio mandato.

inoltre:
Il modello deve essere ora sottoposto al vaglio della Regione e del Governo. Poi tornerà in consiglio provinciale per l'approvazione finale. Una tempistica che richiede al massimo cinque mesi.
cinque mesi? come i mesi che mancano alla fine della legislatura? ma pensa!

FUORI - IL FRANCESE - DALL'ACQUA CREMONESE!
A - CQUA - PUBBLICA!!!
A - CQUA - PUBBLICA!!!
Ultima modifica di Q il 12/10/2012, 15:16, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Tina
Esperto
Esperto
Messaggi: 289
Iscritto il: 04/11/2007, 14:52

13/10/2012, 15:51

Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

15/10/2012, 8:54

Stessa storia a Padova, dove 7 ore di proteste rumorose e partecipate non hanno impedito al palazzo di approvare l'incorporazione della società municipale nella HERA, azienda bolognese.
Qui i responsabili sono stati PD, IdV e SEL, a ennesima dimostrazione che la battaglia è sì politica, ma non di partiti, sempre pronti a ratificare le decisioni dei mercati, al di là di schieramenti e colori di facciata.

IL MERCATO NON ESISTE! NON C'E' MERCATO PER SERVIZI COME L'ACQUA O I RIFIUTI, C'E' SOLO SFRUTTAMENTO RAPACE CHE SCARICA SUI CITTADINI DEBITI E SPESE E FA AUMENTARE I PROFITTI DI DIRIGENTI E MANAGER!!!
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

15/10/2012, 16:26

questi e il precedente li abbiamo fatti io e Tina, fate girare e realizzate i vostri

Immagine

Immagine

Immagine
Ultima modifica di Q il 15/10/2012, 16:53, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7050
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

16/10/2012, 13:46

Iniziativa dei Cittadini Europei per l'acqua pubblica

sito italiano per firmare (serve il numero della carta d'identità): www.acquapubblica.eu

sito internazionale: www.right2water.eu
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Rispondi