Giornata Della Memoria - domenica 27 giugno

L' amata/odiata città ... i fatti, i personaggi e i luoghi che la rendono un esperimento sociale ...
Rispondi
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7064
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

23/06/2010, 9:45

Immagine

domenica 27 giugno 2010
Giardini di Piazza Roma - Cremona
GIORNATA DELLA MEMORIA


Programma:
ore 13.00

  pranzo "crossover food" con piatti vegetariani + stand birra partigiana
ore 14.00
  il bestiario di Lapisvedese
ore 15.00
  concerto di "Musicamatita"
ore 17.30
  c/o Stand Libreria Indipendente

  dibattito
  Il neofascismo oggi in Italia tra riferimenti politici e culturali, simbologie e nuovi/vecchi miti
  con Saverio Ferrari
  autore di Le nuove camicie brune (BFS 2009)
ore 19.00
  presentazione del libro
  Prove di un mondo diverso (NdA Press, 2009)
  di Guido Viale
  in presenza dell'autore.
  Si parlerà di strategie per uscire dalla crisi, oltre l'attuale Sinistra e al di là della disinformazione di regime.

ore 20.00
  aperitivo e cena
ore 22.00
  spettacolo teatrale
  Mai morti
  di Renato Sarti
  "powered" by Teatro della Cooperativa di Milano

cous cous gratis fino a esaurimento scorte
raccolta firme contro la privatizzazione dell'acqua
Ultima modifica di Q il 23/06/2010, 9:47, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
noiz
Esperto
Esperto
Messaggi: 300
Iscritto il: 07/04/2006, 2:50

23/06/2010, 11:17

ecco vari spezzoni dello spettacolo "mai morti" secondo me molto bello!!
ci vediamo domenica
funky power
il belloso
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1206
Iscritto il: 13/02/2006, 16:51
Località: Milano / Cremona
Contatta:

23/06/2010, 11:52

Cercherò di esserci, "Prove di un mondo diverso" mi sembra un bel libro, ed il suo autore è un pezzo storico dell'italia che non abbiamo potuto vivere, sarà sicuramente interessante! :)
"I fatti?" proferì nuovamente. "Signor Franklin, prenda ancora un sorso di groge si riprenderà dalla debolezza di credere ai fatti! Gioco sleale, signore!"
(Wilkie Collins, La pietra di luna)

Pre-sabbatical time post:
il belloso ha scritto:
26/04/2013, 10:59
jami ha scritto: spegni il computer e riaccendilo
amo jami
20130909-20180919 sabbatical time
Avatar utente
labbio
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1311
Iscritto il: 22/01/2008, 19:32
Località: Cremona

28/06/2010, 9:17

Sono venuto a ri-vedere Mai morti, lo avevo già visto qualche anno fa a teatro, in una sera di neve che aveva sensibilmente ridotto il numero degli spettatori.
Allora come ieri alla fine dello spettacolo mi si è gelato il sangue.

Durante lo spettacolo era impossibile non restare disgustati dai racconti delle torture e delle barbarie praticati con sistematicità dai fascisti.
A chi oggi accusa i partigiani di aver effettuato rastrellamenti ed uccisioni anche dopo il 25 aprile, ponendo sullo stesso livello vittime e carnefici, andrebbe ricordato (spiegato) che l'odio e la violenza generano solo odio e violenza.
Se rapiscono, torturano, stuprano e uccidono tua sorella, tua madre, tuo fratello o un amico; se per anni sei costretto a vivere nel terrore, sotto il controllo di un regime che utilizza la violenza come mezzo coercitivo è ben difficile smettere di odiare l'aguzzino da un giorno con l'altro solo perchè ufficialmente la guerra è finita.
Nessun atto di violenza è giustificabile, ma è importante saperlo inserire nel giusto contesto, comprenderne le ragioni per non cadere nel facile tranello di mettere tutto sullo stesso piano.

A spettacolo finito sono rimasto seduto quasi incapace di rialzarmi, quando dal fondo è partito un coro che mi ha letteralmente fatto cadere le palle: "Piazza Loreto ce l'ha insegnato, uccidere un fascista non è reato!"
Allora non abbiamo imparato un c@xxo! Dopo 65 anni c'è ancora chi pensa che ci sia una violenza giusta e una sbagliata, che sia lecito usare gli stessi metodi applicati dal fascismo contro di loro, che la vendetta sia la strada da percorrere.

Adesso massacratemi pure.
Tranquillo, penso a tutto io
Dicono di me: "un rompicoglioni fuori scala, un vero professionista della noia". Siete avvisati.
Non è una frisona
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7064
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

28/06/2010, 9:35

ma cheppalle 'sto "massacratemi pure"...
io son d'accordissimo con te, infatti a quel coro non mi sono unito e a cantarlo erano ben in pochi
invece quasi tutti i numerosi spettatori hanno intonato, a fine spettacolo:
ORA! E SEMPRE! RE-SI-STENZA!
più volte.
lo dico per completezza di cronaca.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5230
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

28/06/2010, 11:32

labbio ha scritto:"Piazza Loreto ce l'ha insegnato, uccidere un fascista non è reato!"
Questo coro è m.rd@ pura: Labbio, sono perfettamente d'accordo con te.
I cori che, invece che inneggiare alla pace, alla giustizia e alla libertà, inneggiano alla morte, alla violenza, alla vendetta, sono m.rd@ pura (come i vari cori su Nassiriya o altro).
Ho detto.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Vanta
Pratico
Pratico
Messaggi: 204
Iscritto il: 10/04/2008, 18:15

28/06/2010, 13:20

rock' n' roll
Ultima modifica di Vanta il 28/06/2010, 13:21, modificato 1 volta in totale.
C'E' PUZZA D'AGLIO!
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7064
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

28/06/2010, 13:48

comunque
gran gran bella giornata
tutto riuscito
dibattiti e presentazioni interessanti, cibo buonissimo, soprattutto il cous cous che è stato polverizzato
bella gente
tutto organizzato e gestito da persone che volontariamente e in cambio di niente si sono sbattuti una cifra
spettacolo teatrale intensissimo e bellissimo, anche grazie alla cornice della piazza
la cosa più bella è stata portare libri, dibattiti e teatro in piazza, nel cuore della città, tra i cittadini che facevano la passeggiata chiedendosi cosa stesse succedendo
alé!
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
noiz
Esperto
Esperto
Messaggi: 300
Iscritto il: 07/04/2006, 2:50

28/06/2010, 14:37

non è detto che non si possa ripetere ogni mese!!
funky power
Avatar utente
labbio
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1311
Iscritto il: 22/01/2008, 19:32
Località: Cremona

28/06/2010, 18:33

Q ha scritto: ma cheppalle 'sto "massacratemi pure"...
Hai ragione mancava una faccina che sdrammmatttizzzassse (nel dubbio le ho messe tutte triple, così so di aver sbagliato in partenza).
Ultima modifica di labbio il 28/06/2010, 18:36, modificato 1 volta in totale.
Tranquillo, penso a tutto io
Dicono di me: "un rompicoglioni fuori scala, un vero professionista della noia". Siete avvisati.
Non è una frisona
Avatar utente
country4oldman
Pratico
Pratico
Messaggi: 103
Iscritto il: 24/09/2008, 17:26

29/06/2010, 19:15

McA ha scritto: Questo coro è m.rd@ pura: Labbio, sono perfettamente d'accordo con te.
I cori che, invece che inneggiare alla pace, alla giustizia e alla libertà, inneggiano alla morte, alla violenza, alla vendetta, sono m.rd@ pura (come i vari cori su Nassiriya o altro).
Ho detto.
condivido.
sono semplificazioni che oggi si ritorcono contro la risalita della sinistra.
non c'entra il buonismo, ma manca il contesto storico intorno perchè non vengano recepite che come un qualsiasi coro da stadio sterile senza una utilità vera.
Anzi tradisce sottinteso uno sbaglio storico della sinistra: raccontersela da sola allo specchio. Anche quando la casa brucia.

la festa è stata un successo perchè riconsegna spazi pubblici al dibattito al teatro alla società civile che televisione e poteri dominanti cercano di cancellare. Ma perchè ciò non avvenga bisogna presidiare con una tattica e l'obbiettivo di coinvolgere chi da quel contesto è al di fuori. Ovviamente senza sconti su nessun principio fondamentale di democrazia e convivenza civile!!
A scanso di fraintendimenti i partigiani non sono = a repubblichini-
i partigiani hanno fondato questa povera democrazia. RISPETTO,MEMORIALE SEMPRE IN ASSOLUTO.
ma hanno combattutto perchè morti non ce ne fossero più, ma ci fossero processi giusti nel rispetto delle leggi. e non esecuzioni sommarie.

la miglior sintesi la si trova ancora nell'apertura dello spettacolo MAI MORTI:
Un giorno un parlamentare di sicura fede fascista dice più o meno così ad un ex perseguitato politico ebreo comunista: "Anche se su barricate opposte tutti e due abbiamo lottato per il bene del nostro paese". E l’altro: "Sì ma con una differenza: siccome abbiamo vinto noi tu stai seduto sugli scranni del Parlamento; se vincevate voi io sarei ancora in galera se non peggio!".
Antonio Cigurini
Avatar utente
chiarezza
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1806
Iscritto il: 06/02/2008, 15:30

30/06/2010, 10:59

Grande pubblico sia durante il dibattito con Saverio Ferrari che durante lo spettacolo teatrale "Mai morti"!
Rispondi