Non è più calcio. Non è più niente.

Dal greco = spazio aperto

Moderatore: .ferro

Avatar utente
gasta
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 5236
Iscritto il: 17/03/2005, 20:51
Località: Cremona
Contatta:

Grande Gila ha scritto: Sono contro chi nel 2007 manifesta ancora idee o promuove l'idea antifascista, perchè è antistorico.
Essere antifascisti e' un dovere.
Non e' antistorico.
Landrew

Grande Gila ha scritto: Come al solito su questo forum salta fuori, anche in topic come questo, il discorso del fascismo. Ma cosa c'entra?
Sono contro chi nel 2007 manifesta ancora idee o promuove l'idea fascista, perchè è antistorico.
Sono contro chi nel 2007 manifesta ancora idee o promuove l'idea antifascista, perchè è antistorico.
Idem come Gasta e ti aggiungo che essere fascisti nel 2007 non è poi così antistorico come dici tu, visti i gruppi di estrema destra che spuntano un pò da tutte le parti (fuori e dentro gli stadi)

Dimenticare il fascismo e l'antifascismo è antistorico, cacciatelo bene in testa
Ultima modifica di Landrew il 13/02/2007, 13:36, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
sienanza
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1124
Iscritto il: 09/09/2004, 22:47
Località: Cremona

Grande Gila ha scritto: Sono contro chi nel 2007 manifesta ancora idee o promuove l'idea antifascista, perchè è antistorico.
Antistorico? Con il revisionismo dilagante degli ultimi tempi, non mi pare proprio.

Sgt. Pepper ha comunque inquadrato perfettamente il denominatore comune delle maggior parte delle tifoserie: la matrice squadrista (proprio come hai detto tu, Grande Gila), cioè rigurgiti di ispirazione fascista, che ti piaccia o no. Il 90% delle "curve" manifestano idee di destra, per l'appunto. Livorno e Ternana sono alcune delle poche eccezioni. E comunque non credo proprio siano escluse da
Sgt. Pepper ha scritto:coloro che appunto hanno facoltà inferiori.
Lionel Pretzel

Forse Grandegila tu intendi anacronistico. Antistorico è non voler fare l'interrogazione su Caligola.

In ogni caso qui il punto non è tirare l'acqua al proprio mulino, perché essendo fra persone intellgenti non si punta a convincere l'interlocutore, piuttosto a inquadrare dove sta la fonte del problema, a prescindere dall'appartenenza politica.

E in quest'ottica non puoi negare che la politica negli stadi esiste e non è un'invenzione di questo thead, così come esistono i gruppi e i partiti neofascisti.

Antistorico è questo quindi, non vedere la realtà perché filtrata da pregiudizi di parte. Dire che "faccetta  nera" cantata da dei 16enni allo stadio è una ragazzata, questo è antistorico, volendo.

Antistorico è dire che fascismo e antifascismo sono anacronistici.
Ultima modifica di Lionel Pretzel il 13/02/2007, 13:49, modificato 1 volta in totale.
redkilla

Grande Gila ha scritto:
Sono contro chi nel 2007 manifesta ancora idee o promuove l'idea antifascista, perchè è antistorico.
però quando c'è il fubalino e la porketta, ti piace essere antifascista ehhhhh...
...
ora vado a piangere
:'(
Ultima modifica di redkilla il 13/02/2007, 13:55, modificato 1 volta in totale.
Grande Gila
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1705
Iscritto il: 10/07/2006, 17:51
Località: Cremona

In ogni caso la politica negli stadi c'è e c'è sempre stata, ma vi ripeto che il problema non sta qui.
Gli scontri ci sono, ULTIMAMENTE, non perchè uno è di destra o di sinistra, ma per altri motivi.
Se avete vissuto come me il calcio allo stadio fin dagli anni 80 vi sarete resi conto che ormai gli scontri si svolgono contro le forze dell'ordine che attuano una repressione, e non tanto tra tifoserie. Gruppi contrapposti (anche opposti politicamente) si uniscono nella solidarietà collettiva del tifoso per fare casini contro pula,caramba e celere.
Pensate solo all'ultimo episodio di Catania: si dice che era una partita a rischio perchè era un derby sentito, ma i catanesi hanno aggredito le FdO non i palermitani.


Sienanza per favore non sparare numeri a caso se non li conosci. Il 90% non è di destra. Da un'indagine dettagliata delle FdO al massimo risulta 59% di destra e 41% di sinistra.
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cron ... tras.shtml


Solo per farti 2 esempi importanti dal 1968 al 2006 il gruppo storico del Milan era la mitica "Fossa dei Leoni" con connotati nettamente di sinistra. Sebbene io non sia per nulla di sinistra, era il gruppo che preferivo, ed era una splendida curva quella della fossa, poi a me non me ne fregava niente delle loro idee, a me piaceva come facevano il tifo.
Altro esempio è quello dell'Atalanta. Quanti di voi hanno sempre pensato che i Tifosi dell'Atalanta sono tutti di destra? Immagino in molti, ma forse non sapete che a Bergamo almeno fino ad un paio di anni fa (ora non so com'è la situazione) esistevano due gruppi storici che si contrapponevano. Uno in una curva di destra e l'altro dalla parte opposta dello stadio di sinistra. A volte si scontravano tra loro. Questo per me raggiunge il livello più alto di stupidità e ancora una volta mi fa dire come il calcio non dovrebbe c'entrare nulla con tutto questo, politica e casini.
redkilla ha scritto: però quando c'è il fubalino e la porketta, ti piace essere antifascista ehhhhh...
...
ora vado a piangere
:'(
Lo so, sono una putt@n@, mi vendo per poco, mi basta un boffo e una bozza di vino uniti ad un sano sfogo ludico per comprarmi....
Ora vado a Scop.....rire nuovi mondi  :D
VANTArsi non è bello.
Prezza

la violenza non ha colore... punto uno
il vero problema, secondo me, non è la violenza negli stadi... ma bensì la violenza che c'è tutti i giorni per le strade, il menefreghismo che c'è tra la gente... lo stadio rispecchia solo la società in cui viviamo, nulla più nulla meno
Grande Gila
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1705
Iscritto il: 10/07/2006, 17:51
Località: Cremona

Prezza ha scritto: la violenza non ha colore... punto uno
il vero problema, secondo me, non è la violenza negli stadi... ma bensì la violenza che c'è tutti i giorni per le strade, il menefreghismo che c'è tra la gente... lo stadio rispecchia solo la società in cui viviamo, nulla più nulla meno
GIUSTO  O0
VANTArsi non è bello.
MISSST

non giusto..... giustissimo+!!!
Avatar utente
SG
Maestro
Maestro
Messaggi: 534
Iscritto il: 20/08/2005, 15:20
Località: CR
Contatta:

MISSST ha scritto: non giusto..... giustissimo+!!!
BASTA CAZZZO!  >:(
Una volta che dice una cosa giusta nn dovete adorarlo, dopo devo beccarmelo io che se la tira...
Ranca

Prezza ha scritto: la violenza non ha colore... punto uno
il vero problema, secondo me, non è la violenza negli stadi... ma bensì la violenza che c'è tutti i giorni per le strade, il menefreghismo che c'è tra la gente... lo stadio rispecchia solo la società in cui viviamo, nulla più nulla meno
Esattamente. Il ruolo degli stadi di calcio sembra essere diventato, con il beneplacito delle societa' calcistiche stesse, quello di una valvola di sfogo per le rabbie represse della societa'. Si prende giustamente ad esempio la situazione degli stadi di calcio in inghilterra, ai quali e' stata restituita, una dimensione "sportiva".

Beh, come effetto collaterale di questa situazione in inghliterra le bande di violenti si danno appuntamento nei boschi e nelle campagne fuori citta' e se le danno di santa ragione. Ogni tanto ci scappa anche il morto.

Sono "effetti collaterali" della societa', le deviazioni sociali si manifestano ovunque, piu' la societa' e' inquadrata e programmatica e piu' si sviluppano valvole di sfogo.

Ora domando: meglio in campagna o meglio in citta' tutte le domeniche (blocco del traffico intorno allo stadio, devastazioni periodiche, esercizi chiusi, sperpero di denaro pubblico, sbirri morti ecc...)?
Avatar utente
RED GREY ARMY
Esperto
Esperto
Messaggi: 345
Iscritto il: 02/01/2007, 15:37
Località: C R E M O N A

Ranca ha scritto: Ora domando: meglio in campagna o meglio in citta' tutte le domeniche (blocco del traffico intorno allo stadio, devastazioni periodiche, esercizi chiusi, sperpero di denaro pubblico, sbirri morti ecc...)?
fino ad ora comunque ci sono stati più morti tra tifosi che nelle forze dell'ordine.

comunque secondo me succede tutto questo xchè fa comodo alle società, non per altro.
Neuz

Prezza ha scritto: lo stadio rispecchia solo la società in cui viviamo, nulla più nulla meno
à

Una settimana fa sentivo a Quelli che il calcio non so quale opinionista che ha detto una cosa del tipo: "E' responsabilità di tutti gli Italiani se si è arrivati dove si è arrivati!".....Mi ha fatto gelare il sangue.
Io non mi sento responsabile per quello che è successo, nè prima dell'ennessimo fattaccio nè in passato. Proprio no. Mi dissocio completamente. Sarà che è un periodo che vedo davvero poco la tv ma da quando è successo questo patatrac la vedo molto di meno, volontariamente. Boiate del genere non voglio proprio sentirle.

Mettete dei Sociologi a parlare della questione in tv. Non opinionisti di sti cavoli che ne sanno 0. In ogni libro di sociologia che mi sono studiata c'è almeno un capitolo che parla del Fenomeno Ultrà.

Lettura consigliata : La psicologia delle Folle di Gustave Le Bon.
sualocin
Esordiente
Esordiente
Messaggi: 81
Iscritto il: 13/06/2006, 19:11
Località: Cremona
Contatta:

Neuz ha scritto:
Una settimana fa sentivo a Quelli che il calcio non so quale opinionista che ha detto una cosa del tipo: "E' responsabilità di tutti gli Italiani se si è arrivati dove si è arrivati!".....Mi ha fatto gelare il sangue.
Io non mi sento responsabile per quello che è successo, nè prima dell'ennessimo fattaccio nè in passato.
C'è gente che si laurea pure per sparare queste cagate... cara Neuz non farti gelare il sangue, compatisci l'ignorante arrogante.  ;)
Avatar utente
(A)narchiste
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1316
Iscritto il: 15/12/2005, 20:32
Località: Dintorni

Beh e' palese che l'individuo, meglio noto dal punto di vista della realizzazione semantica come "opinion-ista", abbia proposto la classica "si stava meglio quando si stava peggio", ovvero ha detto tutto e niente senza affrontare di petto il problema scadendo nel classico metodo della "pseudoproposizione".
Oh Bucaiola! Tu mi tradisci! Tu dici "VENGO!" e invece tu pisci!
Prezza

Ranca ha scritto: Esattamente. Il ruolo degli stadi di calcio sembra essere diventato, con il beneplacito delle societa' calcistiche stesse, quello di una valvola di sfogo per le rabbie represse della

pubblico, sbirri morti ecc...)?
beh ranca... il tuo ragionamento non fa una piega... però io guarderei il problema più in generale... per esempio la settimana scorsa c'è stata una rissa tra 15 ragazzi fuori dai magazzini... giorni dopo altra rissa (tra ragazzi della milano-bene) in corso como dove 4 pattuglie di urbani e 2 di caramba hanno fatto fatica a frenare i bollenti spiriti (e se non ero alcuni di loro le hanno prese)... vedi non è solo lo stadio una valvola di sfogo... come dicevo all'inizio di questo thread un mio amico di milano gli è stato rotto il naso per futili motivi ad un mese dalla sua laurea (pensate forse che se l'è cercato?)... oramai ogni pretesto, ogni contesto è quello giusto per scaricare la propria rabbia, tensione, frustazione (metteteci quello che volete)... potremmo discuterne per mesi, con i migliori psicologi... da che mondo è mondo l'uomo (di Neandertal o anche quello più evoluto) ha, purtroppo, sempre fatto a botte giusto o sbalgiato che sia...
Ultima modifica di .ferro il 16/02/2007, 21:01, modificato 1 volta in totale.
Neuz

sualocin ha scritto: C'è gente che si laurea pure per sparare queste cagate... cara Neuz non farti gelare il sangue, compatisci l'ignorante arrogante.  ;)
La mia è stata una reazione del momento:  :o

E' che alla fine in tv mettono sempre gente che crede che siamo tutti dei gran c°§li°ni. A lungo andare stufa.


MI DISSOCIOOOOO! oOL oOL oOL
Avatar utente
RED GREY ARMY
Esperto
Esperto
Messaggi: 345
Iscritto il: 02/01/2007, 15:37
Località: C R E M O N A

bel documentario sugli ultras dell'atalanta

http://video.google.it/videoplay?docid= ... q=atalanta
Prezza

avete visto il tg5 questa sera? avete visto la consegna dei fondi che questo telegiornale ha fatto per la fam. Raciti? perchè sono stati raccolti questi fondi? perchè la sig. Raciti si messa a disposizione per un intervista farsa? perchè quelle scene patetiche dove veniva fatta vedere la consegna dell'assegno? perchè alla fine si sono abbracciati? ma con quale forza la sig. Raciti è andata davanti alle telecamere fissandole per tutto il tempo e senza esitazione?
io magari sarò diverso, non so, ma alla morte di una persona a me cara mostrarmi davanti alle telecamere per una schifossissima pantomima è l'ultima cosa a cui penso... della carità degli altri non me ne può fregare di meno, una persona vale molto di più di qualsiasi somma...
è proprio la società in cui viviamo che non funziona...
Neuz

I soldi non danno la felicità ma aiutano a vivere meglio.
Rispondi