Censura.... L'italia segue le orme della Cina?

Dal greco = spazio aperto

Moderatore: .ferro

Rispondi
Avatar utente
Kappo
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 3073
Iscritto il: 03/12/2004, 7:18
Contatta:

10/08/2008, 16:15

E' storia recente che la GiDiEffe ha oscurato, sequestrandone i server, il sito del Piccione (il punto di riferimento del torrente in Italia).

E' notizia (ovviamente mai diffusa dai media) di ieri, che il Governo, da alcuni giorni, ha ordinato ai principali ISP di oscurare il sito della baia dei pirati (www[punto]thepiratebay[punto]org) altro punto di riferimento internazionale per i torrenti (provate a digitare l'URL...).

Il sito non è chiuso, ma oscurato solo per il popolo italiano, anche se, ovviamente sono già state attuate delle contromisure da parte dei WebMaster.

Ma, a voi, risulta che in Italia sia legale oscurare internet?

???

Inoltre, lo sapete che Mediaset ha citato Youtube chiedendo un cifrone di € di risarcimento?
E se ci oscurassero anche il tubo?

%o
Ultima modifica di Kappo il 10/08/2008, 16:17, modificato 1 volta in totale.
Non esistono domande stupide. Solo le risposte possono esserlo.
Avatar utente
BaroneBirra
Maestro
Maestro
Messaggi: 514
Iscritto il: 07/04/2007, 17:32
Località: cremona

11/08/2008, 2:52

il sito di cui hai scritto l'indirizzo è regolarmente in funzione..
Come uomo lavoro male.
Avatar utente
Kappo
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 3073
Iscritto il: 03/12/2004, 7:18
Contatta:

11/08/2008, 13:40

infatti, leggi bene....

Non hanno chiuso il sito, hanno imposto ad alcuni ISP (tra cui Alice) l'oscuramento. Cioè, un utente Alice (per esempio) che digitasse tale indirizzo vede comparire il messaggio di errore.

A meno che non cambi alcuni parametri di accesso....  ^-^

Ma non tutti ne sono capaci...  :-\
Ultima modifica di Kappo il 11/08/2008, 13:44, modificato 1 volta in totale.
Non esistono domande stupide. Solo le risposte possono esserlo.
Avatar utente
ilpoldo
Maestro
Maestro
Messaggi: 718
Iscritto il: 24/10/2005, 0:00
Località: UK
Contatta:

12/08/2008, 0:06

uhm... non penso che sia un provvedimento molto civile bloccare l'accesso a un sito, ma vista la situazione mi sembra il piu' pulito (rispetto al prendersela con qualche utente sfigato). Come al solito nei casi di giustizia vs pirateria la mannaia cade abbastanza a caso nel mucchio. Detto questo non penso che le migliaiate di persone che scaricano da mattina a sera possano lamentarsi piu' di tanto... In primo luogo perche' non puoi davvero soffrire la perdita dell'assoultamente inesistente diritto di scopiazzare roba via rete, e poi perche' se uno e' chiuso quello ci sono comunque un sacco di altri modi.

Poi sinceramente il problema di pirate bay non e' la vittoria conro i fascismi ma trovar un modo per riproporre i loro porno-ads alle sopracitate migliaia di italiani...

Aggiungo che i tempi sono anche abbastanza maturi perche' si passi alla diffusione dei contenuti via download tramite l'acquisto/noleggio. Ora ci sono i mezzi offrire a pagamento o meno i contenuti quindi chiunque abbia il diritto di diffonderli farebbe bene a trovare un modo per offrire un servizio decente e farci dei soldi invece di far causa a google. Quindi se mediaset vuole indietro le sue ore/spettatore basta che con i costi delle spese legali tiri in piedi un bel portalino in cui scodellano tutti i loro video d'archivio e quant'altro e ci appiccicano le pubblicita' che vogliono e zacchete che nessuno li va piu' a vedere sul tubo.
Ultima modifica di ilpoldo il 12/08/2008, 0:08, modificato 1 volta in totale.
excitable boy
Rispondi