La Percezione del Futuro

Dal greco = spazio aperto

Moderatore: .ferro

Avatar utente
chiarezza
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1804
Iscritto il: 06/02/2008, 15:30

...l'ipotesi che si fermi la corrente del golfo vi ha atterrito.
Ultima modifica di chiarezza il 17/12/2013, 1:28, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
labbio
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1310
Iscritto il: 22/01/2008, 19:32
Località: Cremona

In effetti mi sento responsabile per aver dato inizio ad un filone di divagamento e cazzeggio.
Se fosse veramente così prepariamoci a cambiamenti climatici notevoli. Peggio di tutti staranno gli inglesi (ironia della sorte la bp è cosa loro) che senza la corrente del golfo vedrebbero scendere drasticamente le loro temprature medie.
Nessun indennizzo economico potrà mai compensare un'eventualità come questa (ammesso che i danni attualmetne accertati siano compensabili economicamente).
Se ci penso troppo mi viene da star male... forse è per quello che ironizzavo.
Speriamo sia solo una previsione pessimista
Ultima modifica di labbio il 17/12/2013, 1:28, modificato 1 volta in totale.
Tranquillo, penso a tutto io
Dicono di me: "un rompicoglioni fuori scala, un vero professionista della noia". Siete avvisati.
Non è una frisona
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7157
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

Barman, sei pinte di birra e presto, il mondo sta per finire. Tieni il resto, hai dieci minuti circa per spenderli.
Ultima modifica di Q il 17/12/2013, 1:28, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
marlenina
Supremo
Supremo
Messaggi: 904
Iscritto il: 26/10/2005, 14:57
Località: Cremona

Mi scuso per non essere intervenuta prima, ma il mio utilizzo di internet si sta riducendo ai minimi termini...
baol ha scritto: quello che mi chiedo però è: le nuove generazioni, ancora in ballo con gli studi (università o superiori che siano), che vedono il futuro che li aspetta...e già sanno...come vivono questa attesa quasi certa di un futuro peggiore di quello dei loro genitori?
Il mio contributo è di ragazza alle soglie del terzo anno di università.
Sono arrivata all'ultimo anno delle superiori con diecimila idee in testa e nessuna convizione su quale praticare, e infine ho scelto la facoltà che probabilmente mi faceva più paura ma che, ero convinta, se ce l'avessi fatta mi avrebbe dato più soddisfazione. Ora sono contenta di averlo fatto, come Eta nel suo campo anch'io sudo le camicie che posso sudare nel mio, e la cosa più bella è che vedo la maggior parte degli studenti in corso con me che fa altrettanto! Forse dipende anche dalla facoltà, ma sono tutti ragazzi in grado di sognare chissà che e intanto farsi il mazzo e pensare in modo molto pratico su quali prospettive abbiamo davanti, e infatti stanno insegnando tanto a me così poco abituata a pensare in modo pratico.
Sta di fatto che rido per non piangere se penso che il futuro che più mi alletta è quello della ricerca... si pensava che peggio di così non potesse essere e invece con la nuova riforma sarà ancora molto, molto peggio. Quando leggevo Orwell mi chiedevo come si potesse davvero praticare il bipensiero, e invece è all'incirca quello che faccio: ho ben coscienza del futuro nero a cui sto andando incontro, soprattutto coltivando delle aspirazioni, eppure lo ignoro. Sì, in pratica quello che succede è che solo con un'enorme forza di volontà si riescono a coltivare ancora delle aspirazioni, altrimenti è la lobotomia volontaria... coltivare non vuol dire raccogliere, certo, tra qualche anno potremo dire chi ha vinto.
Ultima modifica di marlenina il 17/12/2013, 1:28, modificato 1 volta in totale.
...integrare la sconfinata equazione dell'universo per mezzo dell'Integrale elettrico di vetro, dal respiro di fuoco
Rispondi