Battute della madonna

Le cinéma (abréviation de cinématographe) est une projection visuelle en mouvement, le plus souvent sonorisée.

Moderatore: maio

.Eta.

12/01/2011, 21:17

McA ha scritto:Postare in un topic nazionalpopolare non è da me, ma a volte sento dei detrattori di Juliette Lewis, e mi chiedo che problemi abbiano.
+
McA ha scritto:Ormai ci penso da un paio di settimane, e ho capito che non posso decidermi fra mille concerti visti e mille film guardati. Ma praticamente sono due cose intercambiabili: entrambe porterebbero a una serie di rimandi, amicizie, conoscenze, famiglia, ragazze, associazioni mentali con la giornata in cui ho visto il film o il concerto ecc.
Mille concerti probabilmente non li ho ancora visti, ma ci arrivo in capo a qualche anno. Che poi è il topic "Tutta la vita in un gesto", per cui posso ragionare anche in proiezione. Sono invece sicuro di aver già toccato quota mille film.
Non sarebbe neanche male scegliere mille post su Cremonapalloza, anche se non mi convince il fatto che dovrei escludere in toto infanzia e adolescenza. Adesso che ci penso, anche i concerti sono pochissimi all'inizio della vita, quindi ok, vada per i film: sfrutterei l'accesso

per richiamare alla mia mente film visti da bagolo e svaniti nell'oblio...
=
Juliette Lewis come Faith Justin in Strange Days ha scritto:Sai uno dei motivi per cui i film continuano a essere meglio del playback? Perché la musica cresce, arrivano i titoli di coda, e sai sempre quand'è finita. È FINITAAAH!
Ultima modifica di McA il 28/03/2014, 11:08, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

15/02/2011, 10:10

Ferrarin: «Senti, Marco, rientra in aeronautica! Ora come ora, con il nostro potere, in qualche modo faremmo!».
Porco Rosso: «Piuttosto che diventare un fascista, meglio essere un maiale».

Porco Rosso (Hayao Miyazaki - Giappone, 1992 - ed. it. 2010)
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

03/08/2011, 1:40

Ernesto Botta: «Auguro a voi e alle vostre famiglie una morte lenta e dolorosa».

Il gioiellino (Andrea Molaioli - Italia, 2011)

Il personaggio interpretato da Toni Servillo, Ernesto Botta, è ricalcato sul realmente esistente Fausto Tonna, il ragioniere direttore finanziario della Parmalat ai tempi del crac.
La cosa (in)credibile è che Tonna, quella frase, la disse davvero.
La realtà supera sempre la fantasia.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

05/04/2012, 14:30

Norwood: «Sincronizzate gli orologi. Sono le dieci».
Willy: «Le dieci e venti».
Simms: «Un minuto alle nove».
Norwood: «Lasciate perdere».

Diritti all'inferno (Alex Cox - Stati Uniti, 1987)

Nota di colore: in questo delirante spaghetti punk western, Simms è interpretato da Joe Strummer, tra i protagonisti c'è una giovane Courtney Love (cicciona e col naso non ancora rifatto), e, in piccole parti, sono presenti Elvis Costello, Shane McGowan (The Pogues), Edward Tudor-Pole (storico punk inglese del giro dei Sex Pistols), Grace Jones, Dennis Hopper e Jim Jarmusch.
Ultima modifica di maio il 13/04/2012, 10:23, modificato 1 volta in totale.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Grande Gila
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1705
Iscritto il: 10/07/2006, 17:51
Località: Cremona

05/04/2012, 16:58

McA ha scritto:
05/04/2012, 14:30
Norwood: «Sincronizzate gli orologi. Sono le dieci».
Willy: «Le dieci e venti».
Simms: «Un minuto alle nove».
Norwood: «Lasciate perdere».
dilettante

Ultima modifica di Anonymous il 05/04/2012, 16:58, modificato 1 volta in totale.
VANTArsi non è bello.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7057
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

06/04/2012, 8:39

ma infatti non è una battuta della madonna, è una gag banale

toh McA:
Ragazza: "Cos'è questa cosa lunga e dura?"
Machete: "È il mio machete!"
Ultima modifica di Q il 06/04/2012, 13:22, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

06/04/2012, 13:00

Vi assicuro che, per come è inserita nel contesto narrativo e per come gli attori recitano, diventa una battuta della madonna.

Per non andare OT, stanotte ho visto Voglio la testa di Garcia (Sam Peckinpah - Stati Uniti, Messico, 1974), la cui battuta della madonna è il titolo stesso del film (in originale è pure meglio: Bring Me The Head Of Alfredo Garcia).

Non ne sapevo nulla e l'ho guardato per via del titolo. E ho fatto bene. Muoiono una marea di persone col ralenti à la Peckinpah (se avete già visto Il mucchio selvaggio o non v'importa degli spoiler, potete cercare la lettura Peckinpah In Ralenti di Emidio Clementi dei Massimo Volume).
Ultima modifica di maio il 13/04/2012, 10:24, modificato 1 volta in totale.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

19/06/2012, 16:30

Silent Bob: «Da' retta, il mondo è pieno zeppo di belle donne, ma non tutte ti portano le lasagne al lavoro».

Clerks (Kevin Smith, 1994)
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Eta
Supremo
Supremo
Messaggi: 823
Iscritto il: 27/02/2005, 19:42
Località: Utrecht Utero Trajectum
Contatta:

02/09/2012, 17:13

[...]

Non di un solo uomo, ma nel cuore di tutti gli uomini. Voi, il popolo, avete la forza di creare le macchine, il progresso e la felicità. Voi, il popolo, avete la forza di fare si che la vita sia bella e libera, di fare questa vita una splendida avventura. Soldati, in nome della democrazia, uniamo queste forze.

Uniamoci tutti! Combattiamo tutti per un mondo nuovo, che dia a tutti un lavoro, ai giovani la speranza, ai vecchi la serenità ed alle donne la sicurezza. Promettendovi queste cose degli uomini sono andati al potere. Mentivano! Non hanno mantenuto quelle promesse e mai lo faranno. E non ne daranno conto a nessuno. Forse i dittatori sono liberi perché rendono schiavo il popolo. Combattiamo per mantenere quelle promesse. Per abbattere i confini e le barriere. Combattiamo per eliminare l’avidità e l’odio. Un mondo ragionevole in cui la scienza ed il progresso diano a tutti gli uomini il benessere. Soldati! Nel nome della democrazia siate tutti uniti!»
Dall'infinitamente grandioso monologo finale de Il grande dittatore, che ogni tanto fa Bene riascoltare.

Me lo sono ricordato perché chiude Hymn To Life di Timo Tolkki, che anche se mi emoziona come una dodicenne non posto fra i versi della madonna solo perché, in effetti, è un filino retorico. Però sì, a pieno cuore: inno alla vita.
"Senso di completezza a manetta, e solito mix di sentimenti."

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

"Questi Paesi non avranno eserciti – e questo porrà fine alle guerre."
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

24/09/2012, 12:00

Louis: «Scusa, perché lo vendi a me e non lo vendi a lui?».
Barry: «Perché tu non sei un fissato, Louis».
Louis: «Certo che siete snob».
Dick: «No, non lo siamo...».
Louis: «Sì invece, siete degli assolutisti! Vi sentite come scolaretti incompresi e disprezzate quelli che ne sanno meno di voi...».
Rob, Barry, Dick: «Nooo!».
Louis: «... Vale a dire chiunque».
Rob, Barry, Dick: «Be', sì (questo sì)...».
Louis: «È una cosa triste... Davvero».

Alta fedeltà (Stephen Frears - Stati Uniti/Gran Bretagna, 2000)
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

21/12/2012, 17:00

Quando il verbo riflessivo "immedesimarsi" assume un significato profondo.

Alvy: «È, è cominciato il film?».
Cassiera del cinema: «Sì, ma solo da due minuti».
Alvy: «Chiuso, fa niente, va', io non, non posso entrare».
Annie: «Due minuti, Alvy».
Alvy: «No, mi dispiace ma non posso, il cinema è già saltato, io, lo sai, io non, non posso entrare a metà».
«"A metà"? Hai perso i titoli di testa, sono in svedese!».
[...]
Alvy: «Oh, mi dispiace, io, io non, non riesco, io, io devo vedere un film proprio dal principio alla fine, sono a senso unico!».
Annie: «Si direbbe piuttosto che hai un unico senso!».

Io e Annie (Woody Allen - Stati Uniti, 1977)
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

26/01/2013, 2:30

Fan: «Ehm, signor Lugosi? Io... Io non vorrei darle disturbo, ma potrei avere il suo autografo, per favore, signore?».
Bela Lugosi: «Certo, ragazzo».
Fan: «Sa qual è, tra i suoi film, il mio preferito? Il raggio invisibile. Era mirabile come spalla di Karloff!».
Bela Lugosi: «Karloff? Spalla? VAFFANCULO! KARLOFF NON PUÒ NEANCHE ODORARE LA MIA m.rd@!».
Fan: «Io, veram...».
Bela Lugosi: «QUEL TESTA DI c@xxo DI UN INGLESE PUÒ MARCIRE ALL'INFERNO, PER ME!».
Fan: «Ma... Non l'ho fatto apposta...».
Ed Wood: «Che è successo?».
Bela Lugosi: «Questo babbeo mi parla di Karloff! Crede che serva il talento per fare Frankenstein? Basta un po' di trucco, basta qualche grugnito! BLEUUURGH! Fanculo Karloff!».
Ed Wood: «Giustissimo, Bela! Sono d'accordo con te al cento per cento. Ecco, Dracula è un ruolo che richiede talento, non credi?».
Bela Lugosi: «È ovvio! Dracula richiede grandi capacità. È una questione di occhi, di voce, di mani...».
Ed Wood: «È vero, hai completamente ragione. Sei un po' agitato, vuoi uscire a prendere una boccata d'aria?».
Bela Lugosi: «Stupidaggini! Sono pronto! Motore, giriamo!».

Ed Wood (Tim Burton - Stati Uniti, 1994)
Ultima modifica di McA il 17/10/2013, 17:00, modificato 1 volta in totale.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7057
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

01/05/2013, 2:00

lei: cosa diresti se nessuno venisse al tuo funerale?
lui: niente. probabilmente.

Amour (Michael Haneke - Francia, 2013)
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
mostrillo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1056
Iscritto il: 18/04/2007, 17:26

08/05/2013, 16:39

La gente ha cicatrici in posti impensabili, sono come mappe segrete delle storie personali, diagrammi di tutte le vecchie ferite. (...) Forse le nostre vecchie ferite ci insegnano qualcosa, ci ricordano dove siamo arrivati e cosa abbiamo superato. Ci danno lezioni su cosa evitare in futuro e questo che ci piace pensare, ma non è sempre così, vero? Certe esperienze non possiamo che ripeterle tante, tante, tante volte.


(Meredith Grey, Grey's Anatomy s3e18)
Ultima modifica di mostrillo il 08/05/2013, 16:40, modificato 1 volta in totale.
vivi col cuore in mano, cerca il tuo equilibrio, cerca l'interferenza minore
Avatar utente
mostrillo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1056
Iscritto il: 18/04/2007, 17:26

10/06/2013, 16:49

RAYMOND: Ah, in altri termini, preferisce immaginare un... un rapporto con qualcuno che non c'è piuttosto che creare un legame con quelli che sono lì con lei.

AMELIE: Magari è il contrario. Si fa in quattro per risolvere i pasticci della vita degli altri.

RAYMOND: Sì, ma lei? Dei pasticci della sua vita chi è che se ne occupa?

AMELIE: Ma... è meglio consacrarsi agli altri che a un nano da giardino.


"Il Favoloso Mondo di Amelie"
vivi col cuore in mano, cerca il tuo equilibrio, cerca l'interferenza minore
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

11/10/2013, 2:00

Jep: «Ho una mezza idea di riprendere a scrivere».
Romano: «Ma questa è una grande notizia, Jep!».

La grande bellezza (Paolo Sorrentino - Italia, 2013)
Ultima modifica di McA il 15/12/2013, 11:40, modificato 1 volta in totale.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
mostrillo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1056
Iscritto il: 18/04/2007, 17:26

21/11/2013, 14:49

Calvero:
La vita è meravigliosa, se non se ne ha paura. Tutto quel che ci vuole è coraggio, immaginazione e un po' di soldi.
(…)
Per che cosa dovrebbe battersi? Per tutto, per la vita stessa, non le basta forse? Per viverla, soffrirla, goderla. Per che cosa battersi… La vita è una bella, magnifica cosa, anche per una medusa! Per che cosa dovrebbe battersi…
(…)
Il guaio è che lei non vuole battersi! Lei si è arresa: non fa che adagiarsi sui malanni e sulla morte. Ma c'è una cosa altrettanto inevitabile quanto la morte, ed è la vita. Viva! Viva! Viva! Pensi alla forza che è nell'universo, che fa muovere la terra e crescere gli alberi! E c'è la stessa forza dentro di lei, purché abbia il coraggio e la volontà di usarla!

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-

Terry: Credevo che tu odiassi il teatro!
Calvero: Odio anche la vista del sangue, ma l'ho nelle vene.

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-

Calvero:
Il tempo è un grande autore. Trova sempre il perfetto finale

-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-

Terry: Ti amo
Calvero: Sprecare l'amore per un vecchio?
Terry: L'amore non è mai sprecato.




Luci della Ribalta (Limelight), di Charlie Chaplin
Ultima modifica di mostrillo il 21/11/2013, 14:50, modificato 1 volta in totale.
vivi col cuore in mano, cerca il tuo equilibrio, cerca l'interferenza minore
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

28/03/2014, 11:00

«Senta, so che sembra pazzesco e che io faccio la figura dello stupido come se stessi girando la scena di un film dove il vecchio morente cerca il figlio, ma mi creda, siamo in quella scena. Ora siamo in quella scena e io credo che mettano queste scene nei film perché corrispondono alla verità, capisce, perché succedono veramente e lei mi deve credere perché sta accadendo qui, in questa casa. [...] Questa è la scena del film dove lei mi viene ad aiutare».

L'infermiere/angelo Phil Parma, interpretato da Philip Seymour Hoffman, in Magnolia, di Paul Thomas Anderson, Stati Uniti, 2000
Richard Propes, critico cinematografico americano, ha scritto:There is no film... EVER... that has made me think and made me feel and made me question like Magnolia. It made me laugh and cry and squirm and giggle with nervous laughter. Yet, I can't deny that five years later my life is changed because I've seen Magnolia. I sit here at my computer getting goosebumps at the tenderness of Philip Seymour Hoffman.
Condivido ogni parola.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

14/10/2015, 10:00

«Ma che è, 'n'epidemia de lavoro?».

Non essere cattivo (Claudio Caligari - Italia, 2015)
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Grande Gila
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1705
Iscritto il: 10/07/2006, 17:51
Località: Cremona

14/10/2015, 11:43

Per me le battutte della madonna sono tipo questa!
Rispondi