Incontri letterari

Se vuoi fare il ciutto, è qui che devi scrivere.
Avatar utente
currysauce
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1706
Iscritto il: 20/06/2006, 14:52
Località: Cremuna

16/09/2011, 22:48

Sabato 24 Settembre

22.30 | Marano sul Panaro
Centro Culturale, Via Primo Maggio
La poesia sul palcoscenico

Reading Majakovskij
Con PIERPAOLO CAPOVILLA e GIULIO FAVERO (Il Teatro degli Orrori)

Due protagonisti del panorama musicale indipendente in scena per rileggere in modo denso e coinvolgente la figura di un poeta coraggioso, rivoluzionario, libero.
Ultima modifica di currysauce il 16/09/2011, 22:48, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5200
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

28/06/2012, 17:00

Martedì 3 luglio, alle 21:00, presso l'Osteria del Fico (Via Guido Grandi, 12), nell'ambito della rassegna Leggere è Fico, organizzata da Libreria del Convegno e Osteria del Fico, con la collaborazione di Andrea Cisi, il Vostro Affezionatissimo McA intervisterà lo scrittore Raul Montanari. Verrà presentato il suo recente saggio Il Cristo zen (Indiana, 2011).

Immagine

Raul Montanari, uno dei padri nobili del noir all’italiana, presenta in quest’opera un tema che gli è particolarmente caro oltre a essere estremamente attuale: il confronto tra due dottrine e culture lontane nel tempo e nello spazio, ma che da secoli permeano i nostri pensieri, forse anche grazie alla profondità di una Verità universale comune.
Attraverso il confronto diretto di passi dei Vangeli e di brani zen, Montanari ci fa scoprire una spiritualità globale al contempo antica e modernissima, riflessa nell’esperienza personale dell’autore, che ci racconta come «certe intuizioni dei maestri zen e dello stesso Buddha le ritrovavo nelle parole e nei comportamenti di Gesù. A volte immaginavo il Nazareno sullo sfondo dello Yangtze o del monte Fuji […]. Per questo ho immaginato per la prima volta di scrivere questo libro, dove confrontare e, ove fosse lecito, confondere volutamente gli insegnamenti che mi sembravano scaturire da una stessa Verità. Così primitiva, così potente».

Raul Montanari, nato a Bergamo nel 1959, vive e lavora a Milano. Ha pubblicato undici romanzi, tra cui ricordiamo La perfezione (Feltrinelli 1994, ora alla terza edizione), Strane cose, Domani (Dalai 2009, premio Bari e premio Siderno 2010, selezione premio Strega 2010), L’esordiente (Dalai 2011). Ha pubblicato numerose traduzioni dalle lingue classiche e moderne (Sofocle, Seneca, Poe, Wilde, Borges, P. Roth, C. McCarthy fra gli altri).
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
signo
Maestro
Maestro
Messaggi: 521
Iscritto il: 14/02/2005, 18:32

28/06/2012, 19:15

Grandissimo Montanari.

Io adoro la raccolta di poesie Nelle galassie oggi come oggi. Covers, scritta con  Aldo Nove e Tiziano Scarpa.
I tre autori hanno scelto una quarantina di celebri canzoni traendone spunto per scrivere altrettanti testi in versi. Le canzoni prescelte spaziano principalmente negli ultimi trent’anni, e coprono generi che vanno dal progressive-rock al punk, dalla techno al pop. Si incontrano cantanti e gruppi musicali come Peter Gabriel, Pink Floyd, Lou Reed, Nirvana, Björk, Massive Attack, David Bowie, Kraftwerk.

Il libro, scrive Montanari,  "ha venduto 4.000 incredibili copie, andando in ristampa dopo due giorni dalla sua uscita e diventando così uno dei best seller della poesia italiana degli ultimi trent’anni."

Ci sarò!
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5200
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

03/07/2012, 15:00

Io ho già una scaletta di domande plausibili da rivolgere all'autore, ma se qualcuno vuole suggerire qualcosa all'ultim'ora, ben venga! Ovviamente, questo strumento è riservato ai patologicamente timidi e a chi sa che non potrà esserci, ma è un'ottima cosa se venite al Fico e le domande gliele fate direttamente voi!
Ah: l'evento Feisbuc.

Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5200
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

23/01/2013, 23:00

LA STORIA RACCONTATA
Dialoghi con gli autori al Museo Archeologico San Lorenzo


dal 24 gennaio al 14 febbraio 2013
ore 18:00 - Museo Archeologico San Lorenzo

dépliant

giovedì 24 gennaio 2013
La ribelle (Rizzoli)
Barbara Zagni dialoga con l'autrice Valeria Montaldi

giovedì 31 gennaio 2013
La regina irriverente (Piemme)
Elisa Chittò dialoga con l'autrice Carla Maria Russo

venerdì 8 febbraio 2013
Il sentiero dell'onore (Piemme)
Rossella Russo dialoga con l'autore Marco Salvador

giovedì 14 febbraio 2013
L'ultima estate di Catullo (Guanda)
Cinzia Casadei dialoga con l'autore Alessandro Banda

Il Museo Archeologico di Cremona organizza un ciclo di quattro appuntamenti con autori di romanzi storici, ambientati in età romana o nel medioevo; il museo e la chiesa sconsacrata che lo ospita fungeranno così da suggestiva cornice alle "storie raccontate".
Gli incontri saranno impostati in forma di dialogo tra lo scrittore e un insegnante di storia di uno dei licei cittadini, lasciando ampio spazio agli interventi del pubblico.
L'iniziativa è stata resa possibile dalla collaborazione della Libreria del Convegno e dello scrittore cremonese Andrea Cisi.

Museo Archeologico San Lorenzo
Via San Lorenzo, 4 - Cremona
tel 0372 407775
www.musei.comune.cremona.it
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7044
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

12/03/2013, 8:18

Dialoghi con aperitivo intorno al teatro per parlare di teatro attraverso le voci di chi il teatro lo fa.

Continuano gli incontri anteprima degli spettacoli diversaMente del Teatro Ponchielli
In occasione dello spettacolo di questa sera (Macbeth di un certo Scex Pear o qualcosa del genere), alle 18:00 all'Osteria del Fico

ANDREA CISI
incontra
GIUSEPPE BATTISTON

(MACBETH)
Ultima modifica di Q il 12/03/2013, 8:18, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7044
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

07/05/2013, 8:56

Immagine

in Italia (e a Cremona) leggere rimane un atto sovversivo

ieri a Milano sgombero armato della libreria autogestita ex CUEM, in università statale

qui gli altri appuntamenti dell'iniziativa Il maggio dei libri: www.ilmaggiodeilibri.it
Ultima modifica di Q il 07/05/2013, 8:57, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7044
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

07/05/2013, 14:02

Immagine
Ultima modifica di Q il 07/05/2013, 14:02, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5200
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

18/06/2013, 17:00

Stasera, martedì 18 giugno, alle 21:00, all'Osteria del Fico (Via Guido Grandi, 12 - Cremona), nell'ambito della rassegna Leggere è Fico, dialogherò con Gianluca Morozzi in occasione dell'uscita della sua raccolta di racconti Niente fiori per gli scrittori (Fernandel, 2013).

Immagine
L'esordio demenziale dei Despero quindicenni. L'adolescenza di Aldo Ferro. Una strega mutante dei fumetti appassionata di giovani scrittori bolognesi. Un musicista che compone canzoni per Mina e per Mietta all'insaputa di Mina e di Mietta. Le investigazioni di nonno Graziani. La Monica di Monza. L'orribile dramma di Willy il Coyote. Un immortale in autogrill. Un bisnonno nel buco del tempo. La Sposa Celeste. Lajos contro gli orrendi fidanzati della Betty, e tante altre storie ancora. Morozzi crea un mondo possibile che non è lontano da quello reale, solo molto più assurdo, e lo fa con un'ironia che diventa satira di costume. Con il suo consueto stile colloquiale racconta le disavventure dei protagonisti con un gusto sadico per le scene e gli equivoci imbarazzanti. Nella sua scrittura si incontrano suggestioni letterarie, da Gianni Celati a Stephen King, mescolate al fumetto e alla musica in un impasto pop di cultura alta e bassa.
Oltre a questo volume, che ho appena terminato, di Morozzi ho letto solo Blackout, ormai nove anni fa.
Dopo nove anni, posso dire che la mia affermazione dell'epoca,
McA ha scritto:
10/10/2004, 19:00
Ok, Gianluca Morozzi potrà ancora stare toccandosi i gioielli di famiglia, ma direi che ormai, per quanto lo riguarda, "affermato" è un aggettivo che si può accompagnare al sostantivo "scrittore".
ha trovato ampio riscontro negli anni a venire.
Se amate le presentazioni di libri ma siete troppo timidi per parlare in pubblico, e vi vengono in mente delle domande che vorreste che io facessi all'autore, scrivetele qui!
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7044
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

18/06/2013, 17:08

bella McA!
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5200
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

17/11/2013, 11:00

Il Circolo Arcipelago ospita
MARCO PHILOPAT

Una storia di vita, un viaggio nella controcultura.
I libri: Costretti a sanguinare, i romanzi, i racconti, i saggi.
L’underground musicale italiano, dal punk all’hip hop.
Le attività e le uscite del laboratorio editoriale Agenzia X.

DOMENICA 17 NOVEMBRE 2013
dalle 19:00 - aperitivo con l’autore

LUOGOCOMUNE
Centro Sociale Culturale Arci
Via Speciano, 4 - Cremona
ingresso con tessera Arci 2013

Domenica 17 novembre, a partire dalle ore 19:00, un aperitivo con l’autore da non perdere al Circolo Arcipelago di Via Speciano (ingresso con tessera Arci 2013): l’ospite d’eccezione è Marco Philopat (Milano, 1962), scrittore, studioso di cultura underground e agitatore culturale italiano.
Philopat aderì, già nel 1977, al movimento punk italiano, diventandone uno dei più profondi conoscitori e animatori. Nel 1979, con il suo gruppo musicale HCN, partecipò alla prima ondata punk italiana, e nel 1982 fu uno dei fondatori del Virus di Milano.
Nel 1997 ha pubblicato Costretti a sanguinare (Shake Edizioni Underground, poi ripubblicato da Einaudi, 2006), in cui racconta in prima persona, in un flusso di coscienza che non utilizza punteggiatura, la sua esperienza giovanile nel movimento. Nel 2002 esce il suo secondo libro, La Banda Bellini, storia del servizio d’ordine del movimento studentesco di Milano negli anni Settanta. La trilogia dedicata all’underground milanese si chiude con I viaggi di Mel (2004).
Nel 2006 esce Punx. creatività e rabbia, un dvd/libro che tratta della scena punk in Italia. Sempre nel 2006 pubblica per Agenzia X Lumi di punk, la scena italiana raccontata dai protagonisti.
Nel 2008 esce Roma KO (Agenzia X), scritto insieme al Duka, che intreccia fiction e realtà ripercorrendo trent’anni di underground romano, dagli anni Settanta al G8 di Genova 2001.
Nel 2011 esce Rumble Bee (Agenzia X), sempre scritto insieme al Duka.
Attualmente collabora con il mensile XL de La Repubblica ed è impegnato nelle attività di Agenzia X, casa editrice e laboratorio editoriale di cui è cofondatore.

Agenzia X è un laboratorio editoriale che pubblica libri, organizza corsi di scrittura e iniziative pubbliche di promozione culturale. La sua redazione si affaccia sulla strada nello storico quartiere del Vigentino, a Milano, in Via Ripamonti, 13. Un luogo partecipativo che prova a mettere in relazione diverse intelligenze, da quelle accademiche ai saperi espressi dalle culture underground.
I titoli pubblicati da Agenzia X sono frutto di una ricerca e di una sperimentazione letteraria tra memoria storica e racconto orale, tra saggistica e narrativa. Ogni libro viene concepito insieme all’autore, seguito durante la realizzazione con cura artigianale, e poi promosso con presentazioni ed eventi performativi in tutta Italia, negli ambienti più trasversali (spazi pubblici, biblioteche, librerie di qualità, festival musicali, fiere letterarie, rassegne di cinema e teatro).
Agenzia X organizza ogni anno il festival Slam X, in cui decine di autori e artisti, dai più famosi agli esordienti, si alternano sul palco con reading e brevi concerti, dalla prima serata fino a notte fonda. Le quattro edizioni finora svoltesi hanno visto la partecipazione di migliaia di spettatori di ogni età, dagli adolescenti agli anziani.
I suoi workshop di scrittura forniscono ai partecipanti gli strumenti per esprimere e testimoniare la propria realtà, tentando di abbattere la distinzione convenzionale tra l’autore – considerato genio creatore di mondi – e i lettori relegati al ruolo di fruitori passivi.
X è il simbolo grafico che richiama l’acronimo ICS, ovvero Idee per la Condivisione dei Saperi. Ma resta anche un’incognita da continuare a esplorare.
Ultima modifica di McA il 06/07/2014, 13:36, modificato 1 volta in totale.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5200
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

21/11/2013, 9:00

Dopo il bellissimo incontro/reading con Marco Philopat, ieri sera ci siamo spostati al Circolo Arci Soresina per assistere alla presentazione di Amianto. Una storia operaia, libro edito da Agenzia X. L'autore, Alberto Prunetti, amico dei Wu Ming, articolista su Carmilla (gli ho chiesto di salutare Alessandra Daniele, da parte dei suoi fan cremonesi), ha parlato per circa un'ora, senza interruzioni, del suo libro, che, in base alla presentazione e fidandomi di più commenti incrociati, sembra davvero un grande libro. Contenuti imprescindibili, stile di scrittura piacevolissimo e per niente enfatico, tante storie operaie e divertenti a smorzare la pesantezza della tematica (la perdita del padre di Alberto stesso, morto di amianto).
Naturalmente ho comprato Amianto, lo leggerò e vi farò sapere, e nel 2014 organizzeremo una presentazione anche a Cremona.

Immagine
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7044
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

21/11/2013, 13:27

McA ha scritto:
21/11/2013, 9:00
nel 2014 organizzeremo una presentazione anche a Cremona.
alé!
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5200
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

28/11/2013, 9:00

Stasera, giovedì 28 novembre, alle 21:00, all'Osteria del Fico (Via Guido Grandi, 12 - Cremona), nell'ambito di un nuovo ciclo della rassegna Leggere è Fico, dialogherò con Veronica Raimo intorno al suo romanzo Tutte le feste di domani (Rizzoli, 2013).

Immagine
In quarta di copertina ha scritto:I coniugi Falsini, che all’inizio degli anni Novanta devono capire come ristrutturare il loro appartamento, dodici anni prima erano soltanto Alberta e Flavio. Lei una studentessa affascinante, povera e testarda, che si sta per laureare, lui un brillante e facoltoso professore di Estetica membro della commissione di laurea. Alberta cela dietro i ricattatori occhi turchini la capacità di mettere in scacco le abitudini della vita, e trasforma la sua discussione in un teatro dell’assurdo con una scena muta volontaria. Sa di prendere un votaccio ma anche di aver sedotto per sempre Flavio, colui che nel giro di un anno si ritroverà a essere suo marito. Così, per incanto o per calcolo, Alberta passa dalla vita di una comune di spiantati alla molleggiata pace borghese, dove tutto sembra una compiaciuta e terribile rappresentazione.
Ma Alberta ha un’arma in più, una specie di dono, un’irresistibile eccentricità in grado di far fibrillare il senso di qualunque abisso di noia. Se decide di tradire Flavio per conoscere di quali storie si nutre il mondo, gettandosi tra le braccia di Carsten, un giovane e sfuggente scrittore americano, è per dar forma a quello che nella sua testa è un fantastico romanzo d’amore.
Eppure nulla è certo in questo romanzo, perché tradimento e complicità sono due facce della stessa delirante ambizione: trasformare la propria esistenza in una partita a carte in cui ogni avversario è convinto di essere un compagno di gioco.
In quarta di copertina ha scritto:VERONICA RAIMO è nata a Roma nel 1978. Ha pubblicato numerosi racconti su riviste e antologie, e un romanzo, Il dolore secondo Matteo (minimum fax 2007). Ha tradotto romanzi dall’inglese per diverse case editrici e collabora con “Rolling Stone”.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5200
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

14/01/2014, 21:00

Stasera, martedì 14 gennaio, insomma, tra mezz'ora, al Fico, viene presentato il libro Rock'N'Goal. Calcio e musica. Passioni pop (Vololibero, 2013).
Deejay Dave Monteverdi dialoga con gli autori Antonio Bacciocchi (più noto come Tony Face) e Alberto Galletti.

Immagine
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5200
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

27/01/2014, 12:00

la Feltrinelli Libri e Musica - Cremona
Mimesis Edizioni

FILOSOFIA DELL’OSCENO TELEVISIVO
Pratiche dell’odio contro la tv del nulla


Incontro con l’autore CARMINE CASTORO
Introduce l’incontro Matteo Codella

MERCOLEDÌ 29 GENNAIO 2014 - ore 18:00
la Feltrinelli (Sala Conferenze) - Corso Mazzini, 22 - Cremona

Incontro promosso da:
singolarecomune
Cremonapalloza
Lapisvedese

Immagine

Cosa lega i talent-show dove l’arte si mescola al tele-voto, le telecronache di calcio dense di morbosi dettagli tecnici, i reality dei finti amori e del dolore spettacolarizzato, gli spot pubblicitari dove le cose più naturali servono a piazzare prodotti, i format dei fornelli, dei malati in presa diretta e dei ciccioni che faticano a fare la dieta? È l’Osceno, quel regime dell’Indistinto, dell’equidistanza fra realtà e simulazione, fatto vissuto e macchina dell’apparire che è oggi la versione più preoccupante e devastante del sistema dei media. L’autore, con una scrittura densa e uno studio approfondito, passa dal mito della caverna di Platone al baratro dei programmi tv di massa, da metafore cinematografiche ineludibili come The Truman Show e Matrix a pezzi fondamentali della storia del pensiero occidentale, per scandagliare questa cifra estetica che riconduce a quattro etimologie. Seguendo l’attuale tessitura dell’immaginario collettivo, il libro propone una rivalutazione dell’assoluto, non inteso come orizzonte metafisico, ma come “odio ecologico” verso tutto quanto ci inquina, ci degrada e ci induce a dimenticare la nostra libera tragicità di esseri umani.

Carmine Castoro, filosofo della comunicazione, giornalista professionista, laureato in Filosofia Morale a Bari, è stato collaboratore e inviato per quotidiani e magazine nazionali. Come autore televisivo ha firmato numerosi programmi per Rai Notte e per canali Sky. Ha scritto: Roma erotica (Castelvecchi, 1997), Crash Tv. Filosofia dell’odio televisivo (Coniglio, 2009), Maria De Filippi ti odio. Per un’ecologia dell’immaginario televisivo (Caratteri Mobili, 2012), Foucault, Deleuze, Sennett. Lo show come dispositivo, in Estetica e poetica (Mimesis, 2012). Ha tenuto seminari presso le Università di Bari, Roma - Sapienza, Reggio Emilia e presso l’Accademia di Belle Arti di Brera.

Per contatti:
filosofiadelloscenotelevisivo@gmail.com
www.facebook.com/carmine.castoro
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7044
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

28/01/2014, 15:32

Tanto per avere un'idea: Carmine Castoro, sulla sua pagina feisbuc, oggi segnala il video "cafone" d'esordio di Francesca Pascale e commenta così.
qui si capiscono le origini squallide di una poveretta come francesca pascale che oggi fa la premier dame, indossa pellicce e gioielli, mentre qui faceva la soubrette di un cantante napoletano con la panza ripreso con una allusiva pompa di giardino che butta acqua come copertina di un programma campano di qualche tempo fa dal titolo TELECAFONE. oggi la pascale fa la moralizzatrice dei costumi, manda comunicati ufficiali all'ansa, è voce inattaccabile ma ghost del governo, è la compagna ufficiale di un ex premier che va a mignotte e che ci ha sputtanato in mezzo mondo, e boccia il ritorno in forza italia della de girolamo che, a sua volta, aveva voltato le spalle a silvio per cercare di farsi una carriera da sola, ma è stata presa con le mani in pasta in una storiaccia di appalti e intercettazioni, e adesso voleva tornare dal garnde padre-padrino per rifarsi una faccia fingendo eterna coerenza e riconoscenza. QUESTO E' L'OSCENO (ed evviva le "quote rosa" in politica....)
...baudrillard direbbe "abiezione interattiva consensuale"
O0
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5200
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

26/02/2015, 14:00

Stasera, giovedì 26 febbraio, alle 21:00, all’Osteria del Fico (Via Guido Grandi, 12 - Cremona), nell’ambito di un nuovo ciclo della rassegna Leggere è Fico, dialogherò con Simone Lenzi intorno al suo libro Mali minori (Laterza, 2014).

Immagine

IL LIBRO
Un episodio dell’infanzia ferocemente, teneramente irrimediabile. Un desiderio non esaudito, una piccola ingiustizia, una sconfitta, un malinteso. Di mali minori, di piccole catastrofi infantili, questo è un repertorio tragicomico.
I mali minori non hanno aria da tragedia. Non sono mai, per definizione, niente di irreparabile. Sono i doni sbagliati di Natale, gli esiti di un’informazione parziale o difettosa, i piccoli ma perfidi accanimenti della sfortuna che assumono agli occhi di un bambino la valenza di un disastro. Scaturiscono da un’incomprensione degli adulti che sembra mettere a rischio il senso stesso del mondo. Oppure da un’incapacità dei bambini a corrispondere alle aspettative degli altri, che li porta a conoscere per la prima volta quell’inadeguatezza contro cui si troveranno a lottare per tutta la vita. Oppure infine da quella cospirazione di cose che porta talvolta a interpretare gli eventi come un teatro, dove a reggere le sorti dei personaggi più inermi interviene spesso una mano dispettosa. Viene in mente la parabola del piccolo Carlo Emilio Gadda che, forzando per una volta l’avarizia dei genitori, riuscì finalmente a farsi comprare un gelato, che per colpa di un piccione non mangiò mai. Certo, col tempo il male minore smette di far soffrire. Resta, però, di lui un qualche noioso prurito dell’anima. Proprio come quando, d’estate, si aggiunge all’opprimente calura la noia di una zanzara.

L’AUTORE
Simone Lenzi è nato a Livorno nel 1968. Ha studiato Filosofia all’Università di Pisa (finisce gli esami ma non dà la tesi). Dal 1990 canta e scrive testi per i Virginiana Miller, con cui realizza sei dischi considerati fra i migliori del panorama indie italiano. Ha tradotto, con Simone Marchesi, il primo libro degli Epigrammi di Marziale (2008) e Un’America di Robert Pinsky (2009). Dal suo romanzo d’esordio, La generazione (2012), Paolo Virzì ha tratto il film Tutti i santi giorni.

La rassegna Leggere è Fico, a cura di Andrea Cisi e Mario Feraboli, è organizzata dalla Libreria del Convegno.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7044
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

11/04/2015, 18:41

Andrea Cisi, Mario Feraboli, la libreria del Convegno e altre cremonesità che ci piacciono molto nell'interessantissimo Giro d'Italia in ottanta librerie di Nicola Lagioia, su Internazionale.it.
Se avete poco tempo cercate Cremona nella pagina.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7044
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

11/04/2015, 20:35

ah! non avevo fatto caso subito!
dopo Cremona c'è la livreria eporediense (di Ivrea) dell'utente Dante
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Rispondi