Short stories online

Se vuoi fare il ciutto, è qui che devi scrivere.
Rispondi
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7068
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

Davanti alla legge - Franz Kafka
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
BaroneBirra
Maestro
Maestro
Messaggi: 514
Iscritto il: 07/04/2007, 17:32
Località: cremona

La pedanteria di certi metodi d'analisi del testo, ancorché inutile, è addirittura commovente.
Come uomo lavoro male.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7068
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

La risposta - Fredric Brown, 1954

Solennemente, Dwar Ev procedette a saldare l’ultimo collegamento con oro puro. Gli obiettivi d’una dozzina di camere televisive erano puntati su di lui, e lanciarono attraverso l’universo una dozzina d’immagini di ciò che stava accadendo.
Si raddrizzò e accennò col capo a Dwar Reyn, mentre si avvicinava all’interruttore generale. L’interruttore che avrebbe collegato, in un solo colpo, tutti gli enormi elaboratori elettronici di tutti i pianeti abitati dell’universo – novantasei miliardi di pianeti – in un supercircuito che avrebbe in tal modo costituito un supercalcolatore, una macchina cibernetica che avrebbe racchiuso in sé le conoscenze di tutte le galassie.
Dwar Reyn rivolse una breve allocuzione ai trilioni d’individui che lo stavano guardando ed ascoltando. Quindi, dopo un attimo di silenzio, disse: — Ora, Dwar Ev.
Dwar Ev fece scattare l’interruttore. S’innalzò un possente ronzio, l’immane ondata d’energia di novantasei miliardi di pianeti. Vividi lampeggianti scoccarono lungo il quadro dei comandi lungo miglia e miglia, poi si quietarono.
Dwar Ev arretrò d’un passo ed esalò un profondo sospiro. — L’onore di porre la prima domanda è tuo, Dwar Reyn.
— Grazie — replicò Dwar Reyn. — E sarà una domanda alla quale nessuna singola macchina cibernetica ha saputo rispondere.
Si voltò a fronteggiare la macchina. — Dio, esiste?
E la possente voce rispose senza un attimo di esitazione, senza il più piccolo scatto o ticchettio:
— Sì, ora esiste.
Un improvviso terrore contorse il volto di Dwar Ev.Fece un balzo verso l’interruttore.
Un fulmine d’insopportabile luminosità cadde dal cielo senza nubi folgorandolo, e fuse l’interruttore, inchiodandolo per l’eternità.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Rispondi