Sogni Senza Senso

Dal greco = spazio aperto

Moderatore: .ferro

Avatar utente
Eta
Supremo
Supremo
Messaggi: 863
Iscritto il: 27/02/2005, 19:42
Località: Utero Utrecht Trajectum
Contatta:

Un'anaconda gigante entra nella caverna dove sono nascosta e, così facendo, blocca anche la mia unica via di uscita, è un serpente di almeno centinaia di metri.
La sua testa avanza oltre la mia posizione e non sembra interessata a me, io mantengo benissimo la calma, ma comunque voglio uscire.
Aspetto paziente che la sua coda si esaurisca.
Sembra non finire mai, però, e avverto un po' di preoccupazione quando un tratto del suo corpo è troppo grosso e c'è il rischio che non riesca a passare. Potrebbe essere un pasto di qualcosa come sei persone. Temo che l'anaconda si incazzi e torni indietro per disincastrare il suo corpo dal cunicolo. Inizio a valutare di occuparmene io, per non ritrovarmi di nuovo le sue fauci a ridosso; valuto se aprirle la pancia o addirittura tagliarla in due. Forse con me ho una spada, sta di fatto che trovare uno strumento sembra che non sia un problema. Non so nemmeno se realizzo che tale gesto implichi ucciderla (sarebbe la prima volta, credo, che sogno di ferire intenzionalmente un altro animale – soprattutto senza che ciò mi procuri dramma). Suppongo che nel sogno la sua presenza sia talmente simbolica che io non la veda nemmeno come una forma biologica. Anzi, mi pare che nella logica del sogno tagliarla a metà non le comporti alcun danno. Ripensandoci, è la sensazione che ho conosciuto solo giocando ai videogiochi: serena totale sicurezza di star solo facendo per finta, in un contesto in cui va benissimo che, per una volta, io sia priva della mia normale etica.
In ogni caso, sono eccellentemente lucida e pratica e interessata alla mia sopravvivenza.
Nonostante ciò, mi ritrovo a pensare che forse un aiutino esterno non guasterebbe.
A quel punto qualcuno compare (è come se ci fosse stato uno stacco e sia passato del tempo, ma io sia ancora lì, ora con un'altra persona).
Ed è questa la cosa senza senso (perché invece tutto il sogno dell'anaconda è ridicolmente un classico onirico – lo so…): chi giunge come eventuale aiuto e che presumibilmente io avverto subito come invece, più facilmente, un peso, è una tizia che, al risveglio, mi ha immediatamente fatto pensare a un personaggio passato alla storia per i suoi nervi saldi.
Lei.

Spoiler:
Immagine
Mi sveglio qui, credo.

Questo post non è citabile nel topic delle figure di m.rd@ a sfondo sessuale poiché sono ampiamente consapevole dell'ipotetico potenziale simbolico del mio sogno.
(Tutt'altro che "ipotetico" se siete freudiani, ovviamente…)
McA ha scritto: 04/11/2012, 12:30Senso di completezza a manetta, e solito mix di sentimenti.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7352
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

sogno senza senso di stanotte

sto guardando in TV una gara di ciclismo
tre ciclisti in lotta in volata all'arrivo
si spintonano e cadono
male
molto male
si vede il mucchio di corpi contorto con le bici, molto sangue e pezzi di testa spaccati
si sentono voci gridare
zoom sulla testa di un ciclista
la testa non è solo insanguinata e rotta, ma è come se venisse via a pezzi, come un vaso
anzi! vedo la mano del ciclista centrale accanirsi sulla faccia del ciclista di destra: gli infila un dito nell'orecchio e glielo stacca come se fosse un pezzo di plastica attaccato ad una testa di plastica
altre grida

l'inqadratura televisiva e del sogno cambia
si vede la soggettiva di due mani enormi che si rigirano tra le dita la testa sempre più a pezzi del ciclista di prima, già senza orecchio e ora letteralmente smontato dalle mani in soggettiva

queste immagini non arrivano dalla regia televisiva della gara ciclistica, sono diverse, sembrano quelle di una TV pirata o di un'interferenza che si è inserita nel canale originale
cambio canale
le stesse immagini
anzi, l'inquadratura si è allargata: altri uomini fatti a pezzi e ricomposti da altre mani aliene
cambio canele
le stesse immagini
consapevolezza
le immagini sono quelle dei nostri dei
quello che sto vedendo è la Realtà
noi, e tutta la nostra realtà, siamo un giocattolo nelle Loro mani

altre voci che gridano, stavolta sono le voci di tutti, stavolta la voce che grida è anche la mia

mi sveglio
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
labbio
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1314
Iscritto il: 22/01/2008, 19:32
Località: Cremona

Q ha scritto:sogno senza senso di stanotte
[cut]
Qualunque sia il tema del prossimo d.e.s.i.c.a, hai già la trama ;)
Tranquillo, penso a tutto io
Dicono di me: "un rompicoglioni fuori scala, un vero professionista della noia". Siete avvisati.
Non è una frisona
Avatar utente
Eta
Supremo
Supremo
Messaggi: 863
Iscritto il: 27/02/2005, 19:42
Località: Utero Utrecht Trajectum
Contatta:

labbio ha scritto:
Q ha scritto:sogno senza senso di stanotte
[cut]
Qualunque sia il tema del prossimo d.e.s.i.c.a, hai già la trama ;)
Sì! ;D

Che sognone della madonna, Q!
McA ha scritto: 04/11/2012, 12:30Senso di completezza a manetta, e solito mix di sentimenti.
Avatar utente
Eta
Supremo
Supremo
Messaggi: 863
Iscritto il: 27/02/2005, 19:42
Località: Utero Utrecht Trajectum
Contatta:

Balcone enorme, con le porte aperte, io sono dentro, su un pavimento un po' rialzato rispetto al balcone, e in teoria dovrei nascondermi un po' dietro la tenda, perché tutte le televisioni del Regno Unito stanno riprendendo il pranzo regale che stanno consumando sul balcone la regina, qualcun altro vestito elegante, e poi il mio amico Al, vestito bello trasandato come sempre. Il pranzo regale, con cui termina un discorso regale finito poco prima, alla fine di una mattinata regale, è un uovo all'occhio di bue con una fettina di crudo – su un piatto regale. Quando mettono la fettina di crudo nel piatto di Al, che è vegetariano, lo guardo un po' preoccupata e curiosa, ma tolgo gli occhi quando lui alza lo sguardo, è una situazione buffa e già abbastanza imbarazzante così, non voglio si ponga il problema della mia opinione, non importa.
Ora finalmente riesco a starmene buonina dietro la tenda, le tv non dovrebbero beccarmi, ma mi sa che prima ho toppato, durante il discorso stavano dicendo qualcosa di importante e io, che forse volevo dire la mia, non avevo ben capito che eravamo in tv e stavo balzando sul balcone a sproposito. Fortunatamente mi ero ritirata in tempo, prima che la folla schiamazzasse chi c@xxo era quella lì sul balcone con la regina e tutto quanto.
Però un paio di olive le avevo mangiate, allungando la mano sul vassoio della cameriera, che mi aveva detto che lei però le olive non poteva toccarle, perché l'olio extra vergine in cui erano immerse l'avrebbe purificata, invece lei doveva maneggiare altro, roba non pura.
Lo dice ridendo, si capisce che sono codici in cui nessuno crede, fatti solo per reggere la reggia, ma così è.
Io l'oliva me la mangio comunque.

Ora finalmente il momento regale è passato, siamo nel salottone della regina, e io devo sforzarmi per capire che è ancora proprio lei, quella che mette tutti i cappellini assurdi e che, tutto sommato, sembra in forma: sì, è proprio la regina. Adesso la sua perfetta messa in piega sono dei capelli più lunghi e disordinati ricci ricci fitti fitti, ricci proprio da nera, e, in realtà, anche la sua pelle è più scuretta. E il suo corpo è ben più formoso, ora è proprio una grassona, con quel culone su cui potresti anche servire un pranzo, se non fosse che se ne sta spaparanzata sulla sedia, pur col suo tè, ma con una berretta di lana jamaicana, e quella tuta da ginnastica larghissima.
C'è altra gente, forse anche qualcuno che conosco, e noi tutti, seppur stravaganti, siamo anni luce più eleganti di lei, nei modi e nell'aspetto.
Lei invece quasi sbrodola tutto mentre parla a bocca aperta e a malapena si pulisce.
Ma è simpatica e alla mano, dai, non mi dispiace.
Parla di alcuni immigrati, preoccupata, preoccupata per loro. Mi sembra sincera.
Sta parlando di una popolazione specifica che non esiste, ma che potrebbe rappresentare le genti antillane, di Curaçao, o della Jamaica. Se ne vedono tanti appesi in strada, che paiono zombie, e lei dice che consumano tutti tantissimo metadone. Dice che ti dà l'illusione di farcela quando dovresti fermarti, per cui li porta a trascurarsi e a non capire le proprie necessità, restando bloccati in una zona di trance. Ovviamente, lo fanno perché non hanno soldi per non trascurarsi.
Forse c'è qualcuno che glielo porta.
Io scoppio a piangere come una pazza e strillo che le cose sono così perché è necessaria una parte di popolazione altamente sotto le soglie di vita dignitosa per permettere a una nicchia di stare bene, strillo in lacrime che tutto questo è pianificato e non vogliono farcelo cambiare.
La regina annuisce rammaricata, io mi ripiglio e sono un attimo confusa: ma dove e a chi c@xxo sto dicendo tutto questo?
Sento i miei amici guardare in basso nascosti nell'ombra, è inutile che ci prova, la Eta.





Poi mi sono svegliata, e ci sono 20 merdosi gradi centigradi, qui nei Paesi Bassi, il nove di marzo.
E in realtà questo suona ben più surreale e senza senso di tutto il sogno che ho appena fatto…
McA ha scritto: 04/11/2012, 12:30Senso di completezza a manetta, e solito mix di sentimenti.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7352
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

ok, ma gli zombi col metadone da dove escono?
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Eta
Supremo
Supremo
Messaggi: 863
Iscritto il: 27/02/2005, 19:42
Località: Utero Utrecht Trajectum
Contatta:

Mah, guarda, secondo la teoria di McA Zerocalcare per cui i sogni
[…] In pratica sono le scorie della veglia!
Il sogno è la fogna dell'anima!
mi sento di poter affermare con buona sicurezza da dove provengono codelli elementi (se era questa la tua domanda).

Il metadone mi sarà venuto in mente perché ultimamente, per ahinoi tristi ragioni, ho risentito gli Skiantos, e c'è la mera assonanza con "eptadone". Penso che sia per questo perché, onestamente e naïfmente, non è che nel mio immaginario sia molto chiaro come sembri uno fatto di metadone, né di eptadone, quindi credo sia per via del caro Freak Antoni.

Quanto agli "zombie".
Ci sono almeno due personaggi di Utrecht che mi fanno proprio stringere il cuore, che girano così, e che mi fanno interrogare ogni volta che li incontro. Uno in particolare sembra davvero uno zombie, mi fa sempre pensare a questo personaggio di Don Rosa:

Immagine

…e ogni volta mi chiedo come faccia ad andare in giro così.

C'è poi un motivo extra per cui ho ben presente questi personaggi, purtroppo: qualche mese fa a Utrecht ci fu un allarme stupratore seriale, per altro un fattaccio avvenne proprio nella mia via, io e le mie coinquiline per qualche giorno ci chiedevamo a vicenda compagnia se dovevamo uscire col buio e io ho avuto modo di pensare molto intensamente a questo tipo di situazioni (e per altro c'è un post a tema che voglio scrivere sul forum da allora…). E, be', l'identikit di questo tizio era quello di un tipo alto e di colore ed era facile che fosse qualcuno che chiede elemosina (come i personaggi di cui sopra, nonché quelli del sogno), perché pare che questo pover'uomo usasse lo stupro come minaccia: prima chiedeva denaro, appunto.
Magari, al contrario, era un tizio ultraricco che usava questa tattica per disseminare le tracce, che cacchio ne so, però è chiaro che quell'ipotesi si era fatta automatica. E automaticamente, leggendo le descrizioni, anche il cervello si era messo in guardia facendo l'identikit delle facce che vede in giro…
Tristezza su tristezza, insomma, anche perché era pure il periodo di Sinterklaas e Zwarte Piet, ossia quando tutti i Paesi Bassi diventano un monotematico dibattito incazzatissimo sul proprio presunto razzismo: Sinterklaas è un progenitore di Babbo Natale e Zwarte Piet (il Pietro Nero) è il principale di tutti i suoi aiutanti: che sono neri. E che prima erano schiavi. La storia dice che Sinter Klaas li abbia liberati e loro restino ad aiutarlo per amicizia/piacere/affetto, ma di fatto c'è un unico tizio bianco che domina un gruppo di neri in modo impari. E i tizi di colore, per altro, hanno un costume che, a detta di molti, è alquanto ridicolo, incluso il fatto che vengono sempre interpretati da gente bianca che si colora la ghigna.

Immagine

…Quindi da ottobre a dicembre qui regna il delirio, dai fanatici del politically correct molto ipocrita a chi dice che è solo una tradizione che non fa male a nessuno e che sarebbe brutto cancellare, fino, ovviamente, alle alte percentuali di cittadini nederlandesi di colore, che mi sembrano piuttosto d'accordo nel dirsi, effettivamente, assolutamente offesi.

Scusate l'OT selvaggio, ma in verità questo argomento mi sconcerta tanto (poiché figlio di questioni che manco dovrebbero esistere, se le cose andassero come devono…) che spesso avevo pensato di condividerlo sul forum…


(Nel frattempo qui sembrano i Tropici, ma va bene, magari me ne andrò a nuotare a Den Haag, badando a prendere il treno di ritorno :P ).
McA ha scritto: 04/11/2012, 12:30Senso di completezza a manetta, e solito mix di sentimenti.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7352
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

stanotte, dai suoni che emetteva nel sonno, ho capito che Tina stava facendo un incubo e che nel sogno stava correndo.
al risveglio me l'ha confermato: stava fuggendo da un pericolo
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Eta
Supremo
Supremo
Messaggi: 863
Iscritto il: 27/02/2005, 19:42
Località: Utero Utrecht Trajectum
Contatta:

Fico.
A me negli ultimi anni invece sarà capitato due o tre volte di svegliarmi DAL RIDERE.
Rido nel sogno e mi sveglio da sola! XD
Sono la compagna di vita più divertente che potessi sperare di trovare, hahahahaha.
(Naturalmente, poi, continuo a ridere anche da sveglia, come un'idiota, perché chiaramente sono scene geniali!)

Invece una volta mi sono svegliata dallo spavento, più cliché, ma proprio con urletto incorporato. Non ho mai visto il mio ragazzo guardarmi incazzato così per come avevo svegliato pure lui, hahaha!
(Forse questa l'avevo già scritta?)
McA ha scritto: 04/11/2012, 12:30Senso di completezza a manetta, e solito mix di sentimenti.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7352
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

ho sognato che un angelo faceva il bullo per il quartiere, trattando male tutti, sempre incazzato.
il motivo: non poteva fare sesso.
nel finale del sogno mi rivelava che se avesse potuto sarebbe stato gay.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
baol
Associazione
Associazione
Messaggi: 2300
Iscritto il: 14/07/2005, 19:44
Località: cremona
Contatta:

Stanotte, complice la peperonata a merenda e la serata passata a competere a suon di citazioni letterarie, cinematografiche, musicali e figurative con McA, ho sognato (manco a dirlo) McA.
Tutto questo nella notte che segue il giorno in cui Facebook rivela che il suo nome e il suo cognome sono le parole più utilizzate dalla comunità cremonese.

Il sogno:
siamo tutti (e per "tutti" intendo TUTTI: chiunque stia leggendo questo post sa già che si parla anche di lui/lei) su un treno che attraversa il Colorado (USA).
Il treno è una enorme sala cinematografica su rotaie.
Il film proiettato è una grande epopea americana ambientata, appunto, in Colorado.
Pathos a strafottere
Grandi spazi (gli stessi che stiamo attraversando in treno)
Regia alla Eastwood
Fotografia commovente

Il treno arriva a destinazione: un piccolo villaggio con un anfiteatro che guarda un picco innevato delle Rocky Mountains.
Ci sediamo TUTTI nell'anfiteatro e McA, al centro del palco, improvvisa a braccio la recensione del film.
Stupenda.
Abbiamo tutti le lacrime agli occhi.
Siamo tutti americani (dell'America Bella e Sognatrice).

Fine del sogno

Mi sveglio.
Faccio la doccia e ripenso al discorso di McA e penso che McA è proprio bravo.
Sono fortunato ad avere un amico come lui.

Poi realizzo che era un MIO sogno.
Quindi tecnicamente era anche un MIO discorso.
E quello stronzo di McA se ne è preso il merito.
Anzi, quella m.rd@ Capellona si è pure fottuto il discorso, visto che la doccia sta lavando via il sogno e con esso il ricordo delle parole meravigliose che il mio inconscio ha fatto pronunciare al Rocker Buonista.
Bastardo.

Alla fine però capisco tutto.
McA: il fenomeno social;
McA: l'essere umano più citato di Facebook;
McA: a cui il mio inconscio attribuisce le mie parole più belle.

McA non esiste.
McA è una proiezione.

McA è la proiezione della Parte Migliore di Noi.
Sono fortunato ad avere un amico come lui.
Anche se è solo un amico immaginario.
...it's only your mind, you know...

L'uomo capisce tutto.
Tranne le cose perfettamente semplici.

errare è umano, correggere lecito, cliccare invia prima d’aver ricontrollato è ma porca tr°i@ che figura di m.rd@.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7352
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

rivedo facile almeno due episodi della serata di ieri:
- AL che ti sminuisce nella tua posizione di appassionato e profondo conoscitore di font, idolatrando McA
- il mio pacchetto di fazzoletti con bandiera USA

:P
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
baol
Associazione
Associazione
Messaggi: 2300
Iscritto il: 14/07/2005, 19:44
Località: cremona
Contatta:

Q ha scritto:- AL che ti sminuisce nella tua posizione di appassionato e profondo conoscitore di font, idolatrando McA
non mi pare.

Immagine

::)

..mi ha fatto male...malissimo... ^LP^
...it's only your mind, you know...

L'uomo capisce tutto.
Tranne le cose perfettamente semplici.

errare è umano, correggere lecito, cliccare invia prima d’aver ricontrollato è ma porca tr°i@ che figura di m.rd@.
Avatar utente
Eta
Supremo
Supremo
Messaggi: 863
Iscritto il: 27/02/2005, 19:42
Località: Utero Utrecht Trajectum
Contatta:

HO RISO FORTISSIMO. (Baol, grazie di pigliarti il tempo di scrivere qui, grazie a tutti voi che lo fate ancora, io nemmeno non ci sto più dentro tanto, ma vengo a vedere se ci sono post nuovi praticamente ogni giorno.)

(Sto ricordando una media di tre sogni a notte, l'altro giorno tra questi c'era pure again quel Silviusconi là, e lo prendevo per il çul°, ma lui non capiva molto la mia ironia…)
McA ha scritto: 04/11/2012, 12:30Senso di completezza a manetta, e solito mix di sentimenti.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5807
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

A un mese e mezzo di distanza, voglio che si sappia che il sogno di Baol o, meglio, il racconto che Baol ne ha tratto, mi è rimasto nella mente e nel cuore e ci ripenso spesso.
Inoltre, «m.rd@ Capellona» e «Rocker Buonista» sono insulti bellissimi.

(8P)
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
baol
Associazione
Associazione
Messaggi: 2300
Iscritto il: 14/07/2005, 19:44
Località: cremona
Contatta:

(8P)
...it's only your mind, you know...

L'uomo capisce tutto.
Tranne le cose perfettamente semplici.

errare è umano, correggere lecito, cliccare invia prima d’aver ricontrollato è ma porca tr°i@ che figura di m.rd@.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7352
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

ieri ho sognato che Ash, BaroneBirra, Landrew e Gigi Rossetti, in divisa da chauffeur, ma con la giacca giallo canarino, mi attendevano con un minibus giallo canarino sotto casa dei miei, al Cambonino, per portarmi in tour.
Fumavano nervosamente, piuttosto scocciati, soprattutto Gigi, nella fredda luce dei nebbiosi mattini autunnali cremonesi.
Buona notte.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5807
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

Ieri pomeriggio (nella vita reale) ero all'aperitivo con Ash. Vediamo Gasta in breve apparizione a Cremona e, tra gli altri, ci nomina Zazzi.
Ieri sera (nella vita reale) ero a cena con Snorky, Ash, Chiarìin, Davide PC, Da Luz, consorte e, a sorpresa, un Gio Vox alla prima uscita con la gamba fratturata e le stampelle. Tra le mille cose, si parla anche della appena confermata data dei Guns N' Roses a Imola il 10 giugno 2017.
Stanotte (in sogno), mi appare quel concerto. Per qualche motivo, ma sempre strettamente legato alla vita reale, ho un pass all areas e vedo i Guns dal palco, praticamente alle loro spalle, mentre suonano il primo brano. Il loro aspetto è (siamo in un sogno) quello del 1987.
Dopo un minuto nel corso del secondo brano, Axl s'incazza (per motivi non meglio specificati) e la band interrompe il concerto. Li vedo venire verso di me, facce scure, e dirigersi verso i camerini.
Nei minuti successivi, nel mare di gente incredula per aver visto sbriciolarsi dopo pochi minuti un concerto atteso da vent'anni, vedo e parlo con Gio Vox, Gasta, Zazzi...
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Eta
Supremo
Supremo
Messaggi: 863
Iscritto il: 27/02/2005, 19:42
Località: Utero Utrecht Trajectum
Contatta:

Io invece ho sognato di limonarmi Bowie, dopo averlo aiutato ad alzarsi da terra quando cade nel videoclip di "I'm Afraid of Americans".
(Perché ce l'avevo in mente: vedi topic che sto per aprire.)
McA ha scritto: 04/11/2012, 12:30Senso di completezza a manetta, e solito mix di sentimenti.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5807
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

L'atrio dello SpazioCinema è amplissimo, molto più grande che nella realtà, e non si affaccia sul corridoio, ma su un unico, lungo e alto tendaggio bordò. Anelka ci fa un cenno, come a dire: «Andate». Sono le 20:15. John Felice DiLuglio, Sgt. Pepper, Vincenza e io scattiamo: ci facciamo strada tra le tende ed entriamo in una sala già buia, deserta, gigantesca (so che sono circa 800 posti), lo schermo di proporzioni bibliche. Mentre corriamo a prendere posto per vedere non saprò mai quale film, abbraccio fortissimo Vincenza e, rivolto ai tre, dico ad alta voce:
«La mia felicità siete voi».

Mi sono svegliato con gli occhi a forma di cuore, il cuore a forma di occhi e il Cinema a forma di Cultura.
Capisco essere cinefili e avere nostalgia degli amici che vivono lontani, ma così è eccessivo.
E sono pure ot, visto che il sogno era più che sensato: non era nient'altro che la verità.

(8P)
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Rispondi