Pagina 59 di 59

Re: Piccole soddisfazioni personali...

Inviato: 26/11/2021, 18:00
da McA
La piccola soddisfazione personale è che ho resistito fino a 39 anni suonati prima di farmi, ieri, per la prima volta, il nodo alla cravatta.
Nelle rare, precedenti occasioni, c'era sempre stata Snorky a provvedere, ma ieri ero in casa da solo nel momento della verità.
Mi sono aiutato con un tutorial su YouTube e, alla fine della suonata, non è venuto fuori neanche malvagio, 'sto nodo.

La gigantesca soddisfazione personale è che ieri sera ho moderato un incontro letterario intervistando un mio vero idolo dell'infanzia e della preadolescenza, Chicco Evani, uno dei calciatori del Milan più forte di sempre. Al di là dell'abito, ho sfoggiato calzini rossoneri, ho raccolto sensazioni ampiamente positive dalle persone che hanno partecipato alla serata e, dopo aver ottenuto le dediche sul libro autobiografico Non chiamatemi Bubu da parte di Chicco e della coautrice Lucilla Granata, ho reclutato l'amico Matthew Strong e mi sono fatto fare la Foto della Leggenda.

Chicco e io.jpg

Oggi l'ho prontamente fatta stampare e ho così dato un senso alla mia cornice portafoto del Milan (prodotto ufficiale, eh), che possiedo da tanti anni ed era rimasta sigillata e vuota per tutto questo tempo, anche se avrei avuto altre foto a tema rossonero da inserirci. E invece non l'avevo mai usata, perché, in cuor mio, sapevo che sarebbe arrivato il giorno della Foto della Leggenda con uno dei giocatori del Milan degli Invincibili.

portafoto.jpg

Mi tocca autocitarmi.
McA ha scritto: 04/11/2012, 12:30Senso di completezza a manetta, e solito mix di sentimenti.

Re: Piccole soddisfazioni personali...

Inviato: 28/01/2022, 19:00
da McA
Negli ultimi giorni ho chiuso cerchi in una quantità sorprendente anche per i miei standard.
Vado in ordine cronologico, provando a essere il più sintetico possibile e a non tralasciare nulla.

Martedì 25, alla serata di The Great Rock'N'Roll Sinners che ho condotto al Fico, i protagonisti erano i Led Zeppelin.
A intervenire in qualità di ospite speciale ho invitato Fabio Guerreschi, amico, giornalista, rocker e milanista di Torre de' Picenardi.
16 anni fa, la Villa Sommi Picenardi fu teatro dell'omologa serata Sinners zeppeliniana, condotta da Maurizio Principato, scomparso l'anno scorso e amico di entrambi.
Martedì a mezzanotte – quindi mercoledì 26 – Fabio compiva gli anni e ciò gli è valso gli auguri pubblici e il primo regalo che gli abbia fatto in 16 anni di amicizia: un tappeto persiano del Milan.

Mercoledì 26, a mia volta ospite, sono stato a Sarmato, paesino piacentino dove abitano Nik e Fore, coppia radiofonica del programma Tomorrow Never Knows su Bang Bang Radio.
Non mettevo piede a Sarmato da 18 anni, cioè dal leggendario concerto dell'agosto 2004 delle giapponesi The 5.6.7.8's (la band femminile che si vede in Kill Bill Volume 1), di cui Ash scrisse un vendicativo reportage.
In serata, Nik, Fore e io ci siamo spostati a Casalpusterlengo per registrare negli studi di Bang Bang Radio, che si trovano nello stesso caseggiato, nello stesso corridoio e nelle due stanze precedenti alla sala prove Muzak, dove non mettevo piede da 13 anni, avendoci visto un concerto che dire underground è poco (in una sala prove!) nel gennaio 2009 (suonava Bob Corn ed ero con Sgt.Pepper).

Mentre noi registravamo in una sala, in quella adiacente andava in onda in diretta il programma Psiconauti, il cui ospite era l'amico mikeB. dei Viscera/// (che alla fine è una band cremonese), che ha parlato della sua etichetta Hypershape Records. Sapendo che ci saremmo visti lì, ho comprato a scatola chiusa a mikeB. una recente uscita della Hypershape, cioè Iron Speaks, del progetto inglese drone/ambient Tunnels Of Āh. Scrivo «a scatola chiusa» non a caso: ho preso il cd proprio per la bellezza del packaging, oltreché per il carattere speciale Ā.

A registrazioni ultimate, siamo tornati a Sarmato, dove ho dormito a casa di Nik, sul divano di un soggiorno dominato da un poster di Alphaville, il mitico negozio piacentino di musica e cinema.
La fotografia sul poster ritrae i cinque soci del negozio all'epoca della fondazione (dicembre 1981). A destra appare Antonio Curtoni, tuttora titolare e commesso in negozio, dopo quarant'anni.

Giovedì 27, al mattino, prendo il biglietto del treno di ritorno nel bar di Sarmato «con il barista più brutto del Nord Italia», stando al reportage di Ash, purtroppo trovando al bancone non lui, ma suo padre (mi spiega la guida turistica autoctona sarmatese Nik).
Dovrei fare Sarmato-Piacenza, beccare una coincidenza e tornare a Cremona, ma, grazie a Trenord (e stavolta non sono ironico), il treno a Sarmato è già in ritardo di quei dieci minuti e così la perdo.
Bloccato a Piacenza per un paio d'ore, punto dritto verso Alphaville, dove un sorridente Antonio – a cui rivelo che per me è appena uscito dal poster dove l'ho visto fino a un'ora prima – mi vende The Queen Studio Collection, scrigno monstre con tutta la discografia queeniana in vinile colorato a qualità audio superiore, che lì avevo ordinato tempo addietro.
Vista la spesa non indifferente, come omaggio, Antonio mi regala il dvd (che pure avevo chiesto mesi prima) del film La dea del '67, mia ossessione ultraventennale: nel 2000 ne avevo visto il trailer, rimanendo affascinato dalla ragazza con i capelli rossi che si scatenava sulle note di Walk Don't Run, meraviglioso brano surf strumentale, in cui mi imbattevo per la prima volta. Il film, che poi avevo perso al cine, era fuori catalogo nelle distribuzioni, introvabile sulle piattaforme e non mi rassegnavo a scaricarlo, peraltro a qualità scadente. L'ho visto ieri sera ed è anche un gran bel film! La ragazza con i capelli rossi è interpretata da Rose Byrne, che con quella performance vinse la Coppa Volpi a Venezia, nel 2000.

Più di così, non so.

Re: Piccole soddisfazioni personali...

Inviato: 29/06/2022, 13:00
da McA
Mentre scrivo, sto ascoltando News Of The World dei Queen. E fin qui.
Il fatto è che lo sto ascoltando su cassetta, essendomi ridotato, dopo ere geologiche, di una piastra Sony TC-K61 del (credo) 1979, collegata al mio dignitosissimo impianto stereo.

Immagine

Riottengo così la stessa configurazione di formato e supporto con cui ho cominciato ad ascoltare i Queen, il rock, la musica.

Immagine

Dio bono, che emozione!

Re: Piccole soddisfazioni personali...

Inviato: 14/08/2022, 22:00
da McA
Procedo con il progetto portato a termine: cinque giorni, cinque foto con la statua del Mercury, cinque magliette diverse (tutte a tema).
Mercoledì. Giovedì. Venerdì. Sabato. Domenica.

Freddie-Mercury-Memorial.jpg

Re: Piccole soddisfazioni personali...

Inviato: 19/08/2022, 16:00
da McA
Per completare la sottotrama rock relativa a Montreux, ho appena ascoltato per intero il famigerato concerto di Frank Zappa And The Mothers al Casinò Barrière del 4 dicembre 1971, che, ben inoltrato, si interrompe dopo un'ora e venti, quando la sala prende fuoco.



Ed è tutto collegato: se quel minchia di Zdenek Spicka non avesse sparato il razzetto, non ci sarebbe stato l'incendio.
Se non ci fosse stato l'incendio, avremmo perso Smoke On The Water e il Casinò non sarebbe andato del tutto distrutto.
Se il Casinò non fosse andato del tutto distrutto, non ci sarebbe stata occasione di doverlo ricostruire.
Se non ci fosse stata occasione di doverlo ricostruire, nei rinnovati locali non sarebbero esistiti i Mountain Studios.
Se non fossero esistiti i Mountain Studios, i Queen non ci avrebbero inciso Jazz nel 1978, stringendo un rapporto con la città.
Se i Queen non avessero stretto un rapporto con la città, Freddie non ci sarebbe andato a vivere per vari periodi, tra cui gli ultimi mesi di vita.