Hip hop a Cremona... Esiste?

Tutto ciò che vuoi sapere o dire sulla tua musica preferita o odiata

Moderatore: McA

Avatar utente
BoHeMieN
Novizio
Novizio
Messaggi: 10
Iscritto il: 22/08/2005, 10:12
Contatta:

Inauguro questo topic speranzosa di risposte... :D

Da tempo quasi vivo più a Torino che qui...indi per cui mi chiedevo...mi sarà sfuggito che in questi anni qualcosa di vivo c'è anche qua? Giri sbagliati e magari non arrivi a conoscere le persone giuste...niente di più facile!

Anche se ho notato che l'orientamento musicale del forum non va esattamente nella mia stessa direzione(anche se lo apprezzo perchè la buona musica va ben oltre i generi), magari ne sapete qualcosa. ^_^

Sono pronta a stupirmi! =)

Soprattutto perchè mi piacerebbe sentire qualcosa e farlo conoscere come posso, visto che qualche mezzo cellò anche io :D

Ciao neh =D
Avatar utente
snorky
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1185
Iscritto il: 17/06/2005, 14:14

....mah,io non me ne intendo molto (nonstante qualcuno insista a chiamarmi ancora fly...!)ma credo che l'hip hop a Cremona fosse molto più evidente qualche anno fa....FCH...CREMOON...ABS....
Esa ha abitato per un po' a Cremona ma non si ha avuto grande riscontro...(il suo ultimo album infatti l'ha fatto una volta tornato a Milano...)...non credo cmq che l'hip hop a Cr sia del tutto morto....forse è solo un po' più nascosto....

...e cmq.....ESA=figo :)
...and if your doorbell rings and nobody's there,that was no Martian....it's Halloween.
mostrillo

devo dire che conosco molto poco la cultura hip hop...
e quindi non saprei riconoscerla a cremona...

...a livello musicale chi sono i massimi esponenti della cultura hip hop? almeno secondo voi...
Ultima modifica di mostrillo il 25/08/2005, 16:17, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
BoHeMieN
Novizio
Novizio
Messaggi: 10
Iscritto il: 22/08/2005, 10:12
Contatta:

Come avete giustamente detto sono nuova, quindi non vi conosco, come voi non conoscete me. Quindi mi sembra surreale che voi da 3 parole in grassetto possiate capire il mio tono, così come io non posso capire il vostro. Però basta spiegarsi ed è tutto a posto.
Ovvio che se mi inserisco in un forum e con educazione apro un topic e mi vedo rispondere così...beh è chiaro che mi infastidisco.
Probabilmente sarò io prevenuta ma è sempre così. Culture che guardano storto altre culture e non le rispettano.
Siccome questo non è il mio caso mi ha dato un po' fastidio che altri si comportassero così con me, tutto qua.

Non conoscendovi l'ironia che per voi è evidente per una persona nuova non lo è affatto ekkekkavolo.

saluti. :)
Avatar utente
gasta
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 5236
Iscritto il: 17/03/2005, 20:51
Località: Cremona
Contatta:

In qualita' di membro esterno "O.", degli U.H.D.O., ti ordino di mantenere un approccio culturale a basso profilo...

Sul discorso hiphop a cremona... bah... bisognerebbe fare un discorso hiphop IN ITALIA, prima, non credete?
Ha ancora senso parlarne, nel 2005?
Avatar utente
BoHeMieN
Novizio
Novizio
Messaggi: 10
Iscritto il: 22/08/2005, 10:12
Contatta:

Ha senso parlare di hip hop in Italia, eccome. Non so Gasta a che anno ti sei fermato, ma basta vedere quanti lavori sono usciti ultimamente e soprattutto la qualità per rendersi conto che per quanto di nicchia l'hip hop italiano è qualcosa di solido ed ha una propria identità.
Avatar utente
gasta
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 5236
Iscritto il: 17/03/2005, 20:51
Località: Cremona
Contatta:

Mi sono fermato quando tutto "l'hiphop italiano" ha cominciato ad essere pettegolezzi da quindicenni brufolosi che si insultano a vicenda e basta. Quando gli Otierre sono diventati Gente Guasta. Quando Frankie Hi-Nrg e' diventato m.rd@. Quando all'ITF Gruff lo ha insultato di fronte a 5000 persone, con Skizo dietro che annuiva e applaudiva (mentre faceva il dj per Frankie in tv). Quando Neffa e' diventato un sucker, per tutta la popolazione "hiphop"... quando, sostanzialmente, SI DOVEVA ascoltare solo certa roba, scrivere certa roba, ballare in un certo modo, disegnare in un certo modo.

L'hiphop in italia non esiste.
Parlano di rispetto, ma c'e' solo invidia per quello che fai.
Parlano di liberta', ma e' puro fascismo culturale.

Vogliamo parlare di Area Cronica vs. Spaghetti Funk vs. Mixmen vs. SXM&Co?
Che palle.
Che palle!!!
Noia mortale.

Mi sono fermato da quando AL non esiste piu'. E non parlo solo della sua fine editoriale.
Ho smesso quando ho conosciuto personalmente i vari KING, seduti in un salotto milanese, pronti a postulare banalita', ma MAI ad ascoltare.

Solido l'hiphop italiano ora!?
Forse 10 anni fa. C'erano i treni dipinti, i muri, la gente che si trovava a ballare, le jam... adesso cosa?
Qualche follia discografica (Mr. Simpatia di Fabri Fibra, conosci?), e fine.

L'ultimo disco hiphop e' 107 elementi. Fine.
Da allora, in questi 7 anni, l'unica cosa che davvero mi e' piaciuta sono i MATTACCHIONES...
Avatar utente
gasta
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 5236
Iscritto il: 17/03/2005, 20:51
Località: Cremona
Contatta:

C'e' da fare una distinzione di fondo.
Il rap e' una cosa.
L'hiphop un'altra.
Lo diceva gia' KRS-One, una vita fa...
"Rap is something you do, hip hop is something you live."
Se parliamo di gruppi rap, allora si... in Italia ci sono gruppi rap. E' un genere di nicchia, molto piu' chiuso rispetto a qualche anno fa. Poi se vuoi possiamo parlare di tizio o caio che rappa e si riempie la bocca di fantasie gangster piuttosto che di scene porno scopiazzate da Snoop Doggy Dogg...

Ma se parliamo di hiphop... ragazzi, no...
L'hiphop, intesa come cultura, non esiste.
E forse non e' mai esistita...
Avatar utente
BoHeMieN
Novizio
Novizio
Messaggi: 10
Iscritto il: 22/08/2005, 10:12
Contatta:

Bonsoir! Ero a Torino fino all'altro giorno perciò non ho potuto seguire il forum...

Io non sono nessuno per dirti che atteggiamento avresti dovuto tenere. Però posso esprimere un mio parere.
Guarda...possiamo essere d'accordo o meno su queste cose...potremmo fare discorsi infiniti e non giungeremo mai a un accordo. Però che non mi piace assolutamente è che tu getti m****  su qualcosa in cui un sacco di gente crede ancora, si sbatte e sostiene come può. L'hip hop è sempre stato un genere di nicchia, sfigato, non se lo fila nessuno. Nel tempo si è evoluto...non si può più nemmeno paragonare al rap degli inizi, per questo dico che ha una sua identità...prima erano esperimenti, scopiazzature a volte. Adesso l'hh ha molta più coscienza di se stesso. Le produzioni sono a livelli nemmeno paragonabili a quelli di una volta...e i testi? Tutt'altra cosa.
Tu ti lamenti delle banalità che sentivi...beh io sono anni che sento banalità come le tue...vecchi nostalgici che si attaccano a cose anacronistiche, superate, limitate a un certo periodo.
Tu pensala come vuoi, non ascoltare nulla o se lo senti fallo con tutti questi pregiudizi. Però non generalizzare così appiattendo la realtà di tutte le persone intelligenti che si sbattono, collaborano e girano l'Italia per tenere viva questa cosa.
Questo no grazie.
Soprattutto perchè i c°§li°ni, scusate la parola, ci sono ovunque...non è questione di generi ma di PERSONE.
Perciò non puoi dire che l'hh in Italia non esiste, che se c'è è una m***** perchè hai conosciuto proprio persone che l'hh non lo rappresentano granchè.
Fibra? Certo che lo conosco, ma per giudicarlo bisognerebbe conoscere il contesto...VIVERLO soprattutto.
Non ci sono jam e serate? Non so probabilmente viviamo in due dimensioni diverse che ogni tanto si toccano :D
Solo l'anno scorso a Collegno (TO) c'è stato l'Urban Flava...è venuta gente da tutta Italia. Tu dov'eri?
Io ero sotto il palco in prima fila a sostenere gente che sa di cosa parla...
Comunque non sta a me convincerti di nulla, ci mancherebbe. Non è mia intenzione giudicare nessuno...solo mi spiace che tanta energia finisca in parole fini a se stesse e non in fatti.
Penso che il punto del mio discorso a sto punto sia chiaro: un po' di rispetto per chi si da da fare. Questo glielo devi. E penso questa sia una cosa applicabile in tanti ambiti, non solo in quello di cui stiamo discutendo.

Avessi voglia di ricrederti sarei ben felice di consigliarti qualche disco... :)

Baci
Avatar utente
gasta
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 5236
Iscritto il: 17/03/2005, 20:51
Località: Cremona
Contatta:

Mi sembra di non aver parlato con pregiudizi, ma portando a mio favore numerose argomentazioni.
Non hai risposto, in ogni caso ai miei dubbi di fondo, soprattutto sul fatto che l'hiphop sia effettivamente una cultura (o una sottocultura).

Il problema e' sempre quello, hai ragione.
Voler in qualche modo "indottrinare" chi non ne sa, o non ne vuol piu' sapere di sentire gente convinta di fare e dire cose originale o - quantomeno - interessanti.
Io porto rispetto per chi suona, per chi canta, per chi sa fare qualcosa e la fa bene.
Porto rispetto anche per chi fa qualcosa e non la fa molto bene.
Non rispetto chi spande m.rd@ su chiunque, chi sostiene di essere migliore, chi non fa nient'altro che dimostrare la sterilita' di un concetto di fondo.

Non vedi l'autoreferenzialita' che trasuda tutta la questione?
Urban Flava... io andavo all'ITF a Bologna, in Zona Dopa, al muretto. Facevo dei kilometri per le jam in paeselli sfigati in capo all'Italia. Rincorrevo del fermento, ma c'era solo spocchia.
Juice, Ancona, sara' stato il 98. I writer, gente convinta di fare opere d'arte, tagga e tira outline o throw up sulle chiese e sulle statue della citta'...
Hai ragione, bisogna guardare le persone.
Caso strano i migliori artisti se ne sono andati fuori dai c°§li°ni dal discorso italiano...
Guarda Neffa, Frankie (da sempre accusato di essere un toy dai radicali dell'hiphop)... guarda dov'e' finito Gruff...
E i Casino Royale? Si mischiano ancora con l'hiphop? Macche'..
Guarda Giuliano Palma. E La Pina?
Guarda gli Articolo 31, i Sottotono...
Guarda i Colle der Fomento. Piotta che sta facendo?
Vieni a dire a me che ho dei pregiudizi... c@xxo, forse i pregiudizi ce li ha chi rimane incastrato nell'assenza di liberta' e di apertura mentale, cosi' da costringere chi tenta pure di camparci di 'sta roba, a fare ben altro... sentendosi dare del *venduto* da un pugno di stronzi fighetti di anni sedici con pantaloni larghi che scimmiottano i veri G losangelini...

Non ascolto piu' rap.
Non lo faccio nemmeno piu'.
Mi piace la musica. La adoro.
Mi piace sentire che Chief ha fatto una canzone molto bella, che viene passata su Radio DJ tutto il giorno.
Mi piace sentire Tormento che canta Mi Piaci.
Mi piace Esa con Fish e con canzoni orecchiabili.
Chissa' cosa dira' la scena hiphop!!! VENDUTIIII!!!
Bah!
Avatar utente
berta
Maestro
Maestro
Messaggi: 568
Iscritto il: 22/05/2003, 14:38
Località: Bologna/Cremona
Contatta:

sapete chi sta bene adesso in italia?
quelli che fanno hip hop...

bah ragazzi
di hh ne so poco ma come sempre succede, forse adesso che nessuno la caga più di tanto
è la volta che possono nascere le più belle sorprese
e poi quando tipo vai ai concerti e cè sempre la stessa gente poi alla fine conosci tutti anche se uno è di milano e l'altro è di verona ed è probabile che ti diverti
è così che nascono le "scene", no?

e poi va bene, abbattiamo i muri, fish ed esa insieme, va bene così .. (se però inizia a venire fuori gente come dj enzo ... no, veramente, che fine ha fatto dj enzo "spaghetti rap"?)
- Hattrick Club -
il mio blog su Hattrick fatto con sine, siena e rolph

http://hattrickclub.wordpress.com
kyosho
Messaggi: 2
Iscritto il: 13/09/2005, 21:50

Saluti a tutti, sono nuovo del forum e non sono di Cremona, ma la frequento almeno un weekend al mese... diciamo che sono adottato:)

forse quello che intende dire Gasta è che la cultura hip hop come la intende lui non esiste in italia, forse ha semplicemente un'altra idea di cultura hip hop. Io credo che l'hip hop sia una cosa che uno si sente dentro, un modo di essere, di pensare e di fare. Credo che sia il condividere con altre persone la stessa passione per cassa e rullante, emozioni, testi, la stessa sensazione quando un dj con le sue tecniche sui piatti ti fa venire la pelle d'oca. Credo che sia il condividere le sensazioni che le arti che compongono l'hip hop ti sanno trasmettere. probabilmente una volta c'erano + jam, ma ora l'hip hop si è semplicemente spostato dai campi sportivi per entrare nei club o nei locali, a volte nelle piazze... gente che si sbatte ce n'è ancora tanta!

io seguo l'hip hop da quasi 10 anni ormai e l'energia che mi da non è mai diminuita, anzi...

p.s.: i colle der fomento esistono ancora a stanno per uscire con un nuovo lavoro ...tormento credo non sia mai stato tanto produttivo come gli ultimi 2 anni... è ovunque come il prezzemolo ...è appena uscito il suo cd e tra poche settimane uscirà quello del suo "alterego" yoshi.
piotta ha messo su un'etichetta a roma e produce ragazzi davvero in gamba...

...bisogna starci dentro e viverla a proprio modo la scena... a me dei pseudo gansta sedicenni frega davvero poco, di gente ignorante è pieno il mondo.

io amo semplicemente le emozioni che l'hip hop mi trasmette!
Avatar utente
BoHeMieN
Novizio
Novizio
Messaggi: 10
Iscritto il: 22/08/2005, 10:12
Contatta:

Vediamo..visto che non sono stata abbastanza precisa, a quanto pare, rispondo riga per riga

Non hai risposto, in ogni caso ai miei dubbi di fondo, soprattutto sul fatto che l'hiphop sia effettivamente una cultura (o una sottocultura).

L’hip hop è una cultura…ovvio che se pensi all’hip hop americano qualcosa non torna. Perché infatti l’hip hop italiano ha preso spunto da lì ma poi è diventato ALTRA COSA. Tu sei più grande di me indi per cui non ti sto a raccontare le origini.

Io porto rispetto per chi suona, per chi canta, per chi sa fare qualcosa e la fa bene.
Porto rispetto anche per chi fa qualcosa e non la fa molto bene.
Non rispetto chi spande m.rd@ su chiunque, chi sostiene di essere migliore, chi non fa nient'altro che dimostrare la sterilita' di un concetto di fondo.


Mi sembra una contraddizione visto che stai dicendo che l’hh italiano è una m.. insultando così quelle persone che dici di rispettare.
La storia di chi si crede migliore è vecchia…e comunque NESSUNO da corda a gente del genere e non mi pare proprio l’hip hop sia solo questo, anzi. Invece oggi c’è un sacco di gente brava che merita rispetto come artista e come persona.

I writer, gente convinta di fare opere d'arte, tagga e tira outline o throw up sulle chiese e sulle statue della citta'...

Visto che seguivi l’hip hop non penso ci sia bisogno che io ti dica come possono essere considerate queste persone. Writer no di certo. Quelle sono cazzate, un writer serio non farà MAI cose del genere, basta guardarsi intorno.

Dopodiché mi hai fatto un elenco di artisti quantomeno discutibili…ma non per il talento…ma per quanto rappresentavano l’hip hop (la pina?...)
Cioè ok fare sti nomi…ma i veri che rappresentavano la scena non me li citi? No perché loro ci sono ancora…
E comunque, per puntualizzare, i Sottotono non sono più attivi? Beh forse insieme (e questi sono caxxi loro…è normale che le persone non vadano d’accordo, l’hh non centra nulla)…ma fish? Se non è attivo…idem per tormento/yoshi!
Idem per i Colle…forse ti sei perso un po’ di cose…
Piotta che sta facendo? A me risulta abbia fatto un cd, Tommaso…con qualche pezzo niente male.

Vieni a dire a me che ho dei pregiudizi... c@xxo, forse i pregiudizi ce li ha chi rimane incastrato nell'assenza di liberta' e di apertura mentale, cosi' da costringere chi tenta pure di camparci di 'sta roba, a fare ben altro... sentendosi dare del *venduto* da un pugno di stronzi fighetti di anni sedici con pantaloni larghi che scimmiottano i veri G losangelini...
Non ascolto piu' rap.
Non lo faccio nemmeno piu'.
Mi piace la musica. La adoro.
Mi piace sentire che Chief ha fatto una canzone molto bella, che viene passata su Radio DJ tutto il giorno.
Mi piace sentire Tormento che canta Mi Piaci.
Mi piace Esa con Fish e con canzoni orecchiabili.
Chissa' cosa dira' la scena hiphop!!! VENDUTIIII!!!
Bah!


Chi si è allontanato l’ha fatto per scelta. Campare di hip hop in Italia è impossibile ma non per il motivo che dici tu. Semplicemente è un genere di nicchia e non c’è abbastanza giro di soldi perché chi fa hh possa fare solo quello. Per quanto riguarda il “venduto” che questi “stronzi fighetti di anni sedici” rivolgerebbero a gente che è emersa dalla nicchia…non mi risulta che la gente che segue hip hop sia composta solo da persone così, anzi. E cosa vuoi che freghi agli artisti di questi? La gente col cervello pensa che il fatto di passare in radio con un pezzo sia una cosa positiva. Magari a chi sente viene voglia di approfondire, magari no…ma adesso un sacco di gente sa chi sono Fish ed Esa. E poi a chi vogliamo raccontarla? I soldi sono necessari e chi se li fa con la musica è un furbo non un venduto. Piacerebbe a tutti poterlo fare. Questo è ciò che ti direbbe gente con la testa che capisce qualcosa di hip hop…i ragazzini scemi lasciali stare.

Comunque penso potremmo continuare questo discorso all’infinito, davvero.
Però rimango sempre dell’idea che non puoi pronunciarti su cose che conoscevi una volta e ora non molto. Probabilmente se all’epoca fossi stata coinvolta come lo sono ora sarei rimasta delusa anche io. Però voglio dire…quando le cose sono cambiate e i fatti lo confermano mi sembra assurdo rimanere su posizioni anacronistiche…tutto qua.

Berta parla di “belle sorprese” ? Ma sono anni che c’è gente validissima! Se vuoi qualche “bella sorpresa” recente ascoltati “Tangram” di Kaso e Maxi B, tanto per iniziare (sì perché, incredibile, la lista è lunghissima…!)

Saluti.
kyosho
Messaggi: 2
Iscritto il: 13/09/2005, 21:50

ancora una cosetta: esempi recenti di gente che si sbatte ci sono... basta saper cercare...
Avatar utente
gasta
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 5236
Iscritto il: 17/03/2005, 20:51
Località: Cremona
Contatta:

BoHeMieN ha scritto: L’hip hop è una cultura…ovvio che se pensi all’hip hop americano qualcosa non torna. Perché infatti l’hip hop italiano ha preso spunto da lì ma poi è diventato ALTRA COSA. Tu sei più grande di me indi per cui non ti sto a raccontare le origini.
Una cosa che non ho mai capito e' perche' in Italia tutti sanno a menadito la lezioncina sulle radici e cagate varie. Non me la raccontare, la so anche io.
Se ti chiedo "e' una cultura?" perche' non ti chiedi prima cosa sia UNA CULTURA, invece di partire a bomba?
Non e' una domanda banale.
BoHeMieN ha scritto: Dopodiché mi hai fatto un elenco di artisti quantomeno discutibili…ma non per il talento…ma per quanto rappresentavano l’hip hop (la pina?...)
Cioè ok fare sti nomi…ma i veri che rappresentavano la scena non me li citi? No perché loro ci sono ancora…
Ma chi?
Che cosa significa rappresentare la scena?
Non vedi che e' sempre li' il problema? Chi decide cosa e' giusto e cos'e' sbagliato ascoltare? Una cricca di ragazzini che non si rendono conto (come dici tu dopo) che la gente magari tenta pure di viverci con il rap...
La Pina ha fatto due dischi eccezionali da sola, due dischi con gli OTR. Devo andare oltre?
Ha collaborato con i Colle, con Kaos, Gruff, Giuliano Palma...

Purtroppo ascolto una marea di musica.
Ma non si sta parlando solo di quello.
Il rap e' una cosa, l'hiphop un'altra.
Il rap esiste.
L'hiphop, strutturato e complesso come una cultura, come in Francia o negli Stati Uniti, noi non ce l'abbiamo.
Non e' che c'e' molto da dire.
In Inghilterra non c'e'.
In Germania idem.
In Olanda idem.
In Francia ha radicalmente influenzato la stratificazione sociale, l'economia, il linguaggio parlato, musicale e cinematografico (senza contare la letteratura). E la politica?

Pensa cosa succede in Italia.
O meglio, cosa NON succede.

Tanto per farti capire che non sono un idiota che non sa quello che dice, che non si informa o che non parla con cognizione di causa, se vuoi ti allego una cosa che ho scritto, una tesina scritta nel 2000.
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5444
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

Sì, sì, mi ricordo anch'io...

Dov'è Fogliazza? tunz tunz
Dov'è Fogliazza? tunz tunz

Che Fottuta Nostalgia...
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
gasta
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 5236
Iscritto il: 17/03/2005, 20:51
Località: Cremona
Contatta:

McA, vedi? Eravamo sbragoni, ma io avevo creato quell'inno tunza tunza per far ridere un po' tutti.
E comunque, forse, paradossalmente, e' stato il giorno piu' *hiphop* della storia di cremona... con casse giganti attaccate ad una jeep, che butta fuori musica house, con gente che balla bloccando la strada...
Gran giornata.
Veramente epica.

Sai che la canzone in questione l'ho fatta io con le mie manine?
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5444
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

Un'altra volta ricordo che stavo uscendo dallo Scientifico e Gasta mi indicò urlandomi il verso "Lo so che ami un altro" della canzone Il Tempo Di Morire di Lucio Battisti.
In realtà non stava indicando me, ma una ragazza a me vicina.
Ma ricordo piacevolmente l'episodio.
Perché in effetti io amavo un altro.

Quanti ricordi assurdi ho con Gasta protagonista?
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
gasta
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 5236
Iscritto il: 17/03/2005, 20:51
Località: Cremona
Contatta:

Infatti, McA, stavo pensando la stessa cosa... quante cagate ho fatto agli occhi degli altri? Capisco piano piano perche' sto in çul° a un bel po' di gente...
...ma tu ti ricordi quando il mio compagno di banco Brune (il doppio di me), mi ha buttato per terra e, con un ginocchio sullo sterno, mi ha costretto a muggire di fronte a tutto il liceo? Quanto ridere che ho fatto... mi vien da ridere ancora adesso....
Gasta, muggisci!!! MUGGISCI.... TI HO DETTO DI MUGGIRE!!!!
MUUUUUU!!!!
redkilla

w il rap
w i cypress hill
w i  cannibal ox
w i w tang
w buta rhymes
e che c@xxo !
tra rockerz e gente che sputa su proprio passato  >:D non rimane proprio nessuno con cui prlare di rap senza passare per uno fuori moda!
Rispondi