ACQUA PUBBLICA SENZA SE E SENZA SPA!

L' amata/odiata città ... i fatti, i personaggi e i luoghi che la rendono un esperimento sociale ...
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

16/10/2012, 15:00

ACQUA: CREMONA PRIVATIZZA
Servizio del TGR Lombardia andato in onda su Rai 3 ieri, 15 ottobre 2012 (edizione delle 14:00).

Non ci sarebbe niente da ridere (soprattutto per quanto riguarda l'intervista a Salini), ma non posso fare a meno di notare come tutte le riprese "riempitive" in esterni del centro cittadino siano realizzate sotto la pioggia, come se in qualche modo il clima piovano "c'entrasse di più" con la questione acqua. Surreale.
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
chiarezza
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1806
Iscritto il: 06/02/2008, 15:30

16/10/2012, 15:04

...o come se l'avessero girato ieri, 15 ottobre 2012, in cui ha diluviato tutto il giorno...
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

16/10/2012, 15:39

Immagine

Immagine
Ultima modifica di Q il 16/10/2012, 15:39, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
chiarezza
Leggenda
Leggenda
Messaggi: 1806
Iscritto il: 06/02/2008, 15:30

16/10/2012, 15:50

Bravo Q!
Rubati e postati su FB!
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

17/10/2012, 18:00

26 milioni di italiani
3 milioni di lombardi
150 mila cremonesi
hanno votato all'acqua pubblica
101 sindaci della provincia hanno rifiutato il piano di privatizzazione
MA
in 3 ci stanno rubando acqua, diritti e democrazia

LUNEDÌ 22 OTTOBRE ORE 18:00
TUTTI SOTTO IL COMUNE A PROTESTARE
IL NOSTRO VOTO VA RISPETTATO!


Giovedì 11 ottobre, l'assessore di Cremona Francesco Bordi, il sindaco di Ripalta Guerina Gian Pietro Denti e il tecnico di settore Flavio Rastelli hanno approvato una delibera che manda avanti la privatizzazione dell'acqua, fortemente voluta dal presidente della provincia Massimiliano Salini, alla faccia della volontà espressa dai cittadini italiani, lombardi e cremonesi.

PERRI, BORDI, DENTI,
RITIRATE LA DELIBERA O ANDATE A CASA!


Numerosi e rumorosi!!! Portate pentole, fischietti, tamburi...!
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

18/10/2012, 14:47

“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

19/10/2012, 12:29

“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
McA
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 5211
Iscritto il: 01/02/2003, 20:08
Località: Cremona
Contatta:

21/10/2012, 15:00

Cremona, 21 ottobre 2012

Lunedì pomeriggio sarà importante essere a Cremona, per un cittadino. Perché dovrà fronteggiare l’emergenza di una decisione squallida e maldestra che se non revocata metterà una pietra tombale su ogni ipotesi di rispetto del voto referendario e sulla possibilità (che invece è a portata di mano) di una soluzione che metta d’accordo la stragrande maggioranza dei sindaci. Sarà importante essere a Cremona anche per un sindaco, perché i sindaci, di destra e sinistra, sono stati i soggetti istituzionali più offesi e traditi dall’imboscata organizzata dal presidente Salini tramite l’Ufficio d’Ambito.
Non ci terremo dunque per mano solo (e sarebbe già importantissimo) per difendere l’esito di un referendum: saremo lì per dire a chiare lettere che la lotta politica si fa lealmente. Rischiamo di parlare al vento, perché questi anni e mesi di battaglia per difendere l’acqua pubblica hanno dimostrato a tutti che chi vuole privatizzare ha bisogno di ingannare (sia gli avversari che gli alleati) e di nascondere la verità (producendo piani d’ambito non obiettivi) e fugge quando teme di perdere (come fece il sindaco Perri nello scorso dicembre, quando tradì un patto tra galantuomini preso solo tre giorni prima).
A fronte delle grandi dichiarazioni di disponibilità al dialogo dello scorso inverno i mesi successivi sono stati buttati al vento in quanto le proposte avanzate da sindaci e cittadini di esaminare soluzioni diverse dalla privatizzazione sono state bellamente ignorate, nonostante siano stati organizzati incontri pubblici con esperti per presentarle. Ora è chiaro a tutti che si voleva solo attendere il momento giusto per l’imboscata.
In questi giorni le risibili scuse addotte da Perri, Bordi, Denti e Salini sono state smontate una per una. Non esiste infatti alcuna norma europea che preveda l’applicazione di sanzioni allo scoccare del 31 dicembre 2012; e se alcuni comuni della provincia non sono ancora pienamente in regola questo dipende, oltre che dalle scelte delle loro amministrazioni locali e dallo strangolamento finanziario a cui sono sottoposte, prima di tutto dalla incapacità degli amministratori del servizio idrico a gestirlo in modo previdente e saggio. Palesemente falso è che aprire ai privati porti automaticamente risorse entro la fantomatica scadenza del 31 dicembre, perché la procedura di gara prenderebbe vari mesi. Se poi non si sanno trovare le risorse finanziarie per un servizio fondamentale quando tutti gli altri gestori pubblici italiani ci riescono, è giusto abbandonare le poltrone e andare ad imparare dagli altri. A cominciare dai nostri vicini di casa di Lodi; o ad esempio da Imperia, il cui AATO proprio in queste ore ha scelto la soluzione pubblica.
Tutto questo dimostra una semplice e triste verità: quando c'è la volontà e la saggezza politica di fare una scelta, la si fa: quando si vogliono svendere i beni comuni ai privati si inganna e si prova a fuggire col bottino.
Con grande piacere prendiamo atto che in queste ore associazioni, sindacati e partiti politici stanno rispondendo positivamente al nostro invito. La loro mobilitazione si aggiungerà così a quella, sempre serena e compatta, dei cittadini autoorganizzati: è la dimostrazione che una intera società non intende dimenticare il voto referendario, che è disposta a difenderlo senza se e senza ma ed a mettersi in gioco in prima persona.
Forti dell’esperienza di questi anni di lavoro sul tema, invitiamo però tutti a considerare l’appuntamento di lunedì come l'occasione giusta per l'inizio di un nuovo percorso basato sulla massima chiarezza: ci aspettiamo da tutte le forze che saranno presenti lunedì attorno al Comune di Cremona (pur senza bandiere e vessilli “di parte”) che si considerino impegnate ad innescare davvero e finalmente un percorso condiviso e aperto che abbia come obiettivo finale l'applicazione dell'esito referendario, ovvero una gestione totalmente pubblica e partecipata del sistema idrico integrato. E partecipata dovrà essere davvero: non solo prendendo finalmente in considerazione le proposte fatte dai cittadini e discutendole insieme a loro, ma riportando nei consigli comunali e nelle comunità la discussione e la riflessione su questi temi.

Perché si scrive acqua, ma si legge democrazia.

per il Comitato Acqua Pubblica del Territorio Cremonese
Giampiero Carotti
Ciao da McA e da Francesco Caravagli, responsabile relazioni esterne Radio Fujiko.
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

22/10/2012, 14:04

allora oggi pomeriggio tutti in cortile Federico II (il cortile interno del comune) per protestare pacificamente e rumorosamente contro il colpo di mano di Perri/Bordi sull'acqua pubblica.

concentramento, protesta e poi catena umana intorno a palazzo comunale.

mi dicono che via Baldesio è chiusa perché stanno attaccando e che, conicidenza assurda, ne avranno fino alle 18:30 / 19:00  ;D >:( >:( >:(
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

23/10/2012, 8:10

Ultima modifica di Q il 23/10/2012, 8:10, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

11/11/2012, 17:14

il bel video sulla giornata del 22 ottobre, realizzato da Mauri



O0
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

30/11/2012, 8:07

Un altro comune ha adottato la delibera ACLI contro la privatizzazione: un applauso al comune di Casalmorano, anche perché ha votato all'unanimità.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

12/12/2012, 8:41

A Cremona si tagliano impietosamente acqua, luce e gas alle famiglie che non riescono a pagare le bollette
La reazione del Comitato acqua pubblica cremonese.

L'articolo di Paolo Zignani su cremona democratica: Quando l’Amore non basta a pagare le bollette

attivato il numero “SOS distacchi acqua”: 3336191954

dalla bella lettera di Santa Lina Caoduro:
Una società la si valuta anche da come tratta i suoi cittadini più deboli: i bambini, gli anziani, gli indigenti. E una Pubblica Amministrazione dovrebbe (in teoria) aver ben presente questo principio.
Ultima modifica di Q il 12/12/2012, 13:26, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

13/12/2012, 17:38

ieri ho realizzato 'sto bannerino da usare come copertina facebook e/o altrove
usatelo se vi va e magari realizzatene altri
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

13/12/2012, 17:42

oggi anche la provincia ha dato spazio ai molteplici distacchi delle utenze, alle lettere al direttore e alle repliche dei vari personaggi coinvolti, tra cui il direttore di AEM che se n'è venuto fuori con l'allucinante dichiarazione:
«Sono una quota irrisoria rispetto al monte clienti»
(x)

adesso mi faccio il banner:
«Anch'io sono una quota irrisoria rispetto al monte clienti»
e ve lo condivido
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

13/12/2012, 18:06

BANNER!
Immagine
anche sul mio facebook e google+
Ultima modifica di Q il 14/12/2012, 8:45, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

14/12/2012, 8:45

Comunicato irrisorio AEM del 14/12/2012:

Buongiorno quote irrisorie del monte clienti! Forse siete senza gas, luce e acqua, ma che importa? Nevica! Uscite a fare pupazzi di quote irrisorie di neve e godetevi la bella giornata!
Beati voi che non avete un lavoro e potete divertirvi a giocare con i vostri figli.
Purtroppo ieri sera non è stata approvata la privatizzazione dell'acqua a causa di 100 sindaci che si oppongono pervicacemente al progresso del powerpoint, ma non temete, prima o poi ce la faremo e riusciremo a farvi delle offerte speciali davvero vantaggiose.

Buona giornata irrisoria!


irridere
prendere di mira qualcuno o qualcosa per farne l'oggetto di uno scherno, di un satirico dileggio o di una caustica irriverenza non sempre immeritati
Ultima modifica di Q il 14/12/2012, 8:46, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

19/12/2012, 8:36

La gestione dell’acqua resta pubblica, Salini e Pdl in minoranza
Il consiglio provinciale di ieri, 18 dicembre 2012, ha approvato l'ordine del giorno presentato dalla Lega che impegna il presidente della provincia, Salini, a far modificare il Piano d'Ambito in favore di una società di gestione completamente pubblica.
Votano a favore Lega, Pd, Rifondazione, Idv. Astenuta Udc. Non partecipa al voto il Pdl.

Voglio ricordare che due anni fa tutti i partiti di cui sopra, con l'eccezione di Rifondazione, erano contrari alla raccolta firme per il referendum.
L'impegno dei Comitati, nazionale e territoriali, ha permesso non solo di raccogliere le firme necessarie, ma anche di portare gli italiani a votare decisamente a favore dell'abolizione delle norme di privatizzazione.
Un referendum approvato è legge, non è un parere, e come tale va rispettato.
La pressione dei cittadini è stata tale da portare Idv e PD prima, e Lega oggi, a schierarsi finalmente dalla parte dei cittadini, anche se per più di un anno avevano continuato a dimenticarsi del loro ruolo e a farsi abbindolare dal Privatizzatore.
Un consiglio così avrebbe dovuto esserci nel settembre 2011, non a dicembre 2012, dopo 10 presidi al freddo polare o al caldo torrido e dopo una catena umana di 600 cittadini!
I partiti hanno solo e finalmente preso atto, sia pure per convenienza elettorale, della volontà dei cittadini, che purtroppo loro vedono solo come elettori da mungere.
Abbiamo vinto, zio cantante, non è la vittoria definitiva, ma è una Vittoria.
Ha vinto il comitato che ha sempre informato, lottato e non solo protestato, ma avanzato proposte solide, più precise e corrette delle slide in powerpoint dei privatizzatori, ha vinto il movimento che si è sviluppato attorno al comitato, che non ha mai mollato nemmeno quando sembrava impossibile evitare la privatizzazione, hanno vinto i cittadini che per una volta hanno avuto voce e la loro voce è stata fatta ascoltare a una classe politica che anche a livello amministrativo e territoriale troppo spesso sembra sorda, cieca e muta, se non completamente fuori di testa.
Abbiamo vinto noi.

p.s.: e lo rivendico con orgoglio!
Ultima modifica di Q il 19/12/2012, 8:38, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

11/01/2013, 8:40

Due anni di acqua pubblica a Parigi: risparmiati 70 milioni e bollette più basse
un ente di diritto pubblico come Eau de Paris può andare incontro al libero mercato anche meglio di un gestore privato. I lavori di manutenzione o le opere di canalizzazione, ad esempio, vengono affidate da Eau de Paris a ditte private tramite appalti pubblici, cosa che di fatto favorisce la concorrenza e il risparmio. Veolià e Suez invece affidavano quasi sempre questi lavori a delle società controllate, senza concorrenza e con fatture più salate.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Avatar utente
Q
Associazione
Associazione
Messaggi: 7056
Iscritto il: 16/04/2006, 18:11
Località: Cremona
Contatta:

14/01/2013, 13:37

è nato ufficialmente il TG Acqua cremonese!

dopo una prima puntata di prova (#0) e una prima edizione effettiva, ecco ora la seconda trasmissione.

per ora tutte le puntate sono ospitate dal canale Vimeo StRing Lab, ma presto saranno disponibili sul canale youtube e sul sito del comitato del territorio cremonese.
Immagine
Ultima modifica di Q il 14/01/2013, 13:38, modificato 1 volta in totale.
“Condividere saperi, senza fondare poteri”

Primo Moroni
Rispondi